tutti gli spettacoli ed eventi

 

Ott
1
Sab
IL POPOLO DEL BOSCO @ Teatro dei Piccoli
Ott 1@11:30–12:30

>dai 3 anni

  • sabato 17 settembre, ore 11,30
  • sabato 1 ottobre, ore 11,30

“Io sono una ninfa, una ninfa delle querce. Appartengo ad un piccolo popolo di esseri molto spirituali, di consistenza leggera, che abita da secoli nelle profondità dei boschi e delle foreste…

…possiamo esseri visti solo dalle creature più sensibili, più raffinate, come i bambini, i poeti e tutti gli esseri dal cuore gentile…

Io sono nata dal desiderio di una giovane donna che chiese al bosco di donarle una figlia…

Ci vollero sette anni di paziente lavoro e alla fine della settima estate, la donna spaccò i rami e il tronco della sua amata pianta, piangendo e tremando per il dolore che le procurava. Ma ecco che, al centro del tronco spaccato, intravide una bambina appena nata che subito raccolse e abbracciò. Un giorno, però, il bosco risuonò di grida di guerra: era il rumore dei colpi d’ascia degli uomini che cominciarono ad abbattere i boschi e a distruggere le foreste senza pietà. Le belle abitanti degli alberi, delle rocce, dei fiumi e tutto il popolo del bosco, cominciarono a fuggire disperati, cercando altri alberi, altre rocce, altri fiumi dove poter continuare a vivere. Ma gli uomini ingrati ed avidi continuavano a distruggere i nostri boschi. L’avidità è il più grosso errore degli uomini; le cose andrebbero molto meglio se loro non cercassero di arraffarsi tutti i doni della natura, senza rispetto e senza mai lasciare nulla in ringraziamento a chi gli offre i suoi benefici con generosità. E così, di ramo in ramo, di albero in albero, eccomi qua; almeno qui Madre Natura viene amata e protetta; vorrei che anche voi, piccoli mortali diventaste amanti e protettori dei boschi e di tutto ciò che Madre Natura vi concede…”

Può capitare che entrando in un parco pubblico per una visita puramente didattica, ci si imbatta in strani esseri abitanti dei luoghi “verdi” disposti o meno a comunicare con noi svelandoci segreti o raccontandoci affascinanti storie, o dandoci consigli per superare eventuali difficoltà lungo il cammino.

Può essere che alcuni siano più dispettosi e indisponenti, altri più disposti ad aiutarci e diventare nostri amici.

Chissà se anche lo scettico custode si arrenderà all’evidenza e arriverà a credere finalmente all’esistenza di questo “mondo parallelo” che abita i boschi, ma che sopravvive anche nei pochi spazi verdi della città.

Lo spettacolo tenderà a coinvolgere attivamente i bambini che potranno interagire con i vari personaggi ispirati alle favole, ai miti e alle leggende popolari legate al bosco.

 

 

Tecnica utilizzata: 

Teatro d’attore

I TEATRINI

IL POPOLO DEL BOSCO

uno spettacolo di Giovanna Facciolo

con Monica Costigliola, Renata Wrobel e Alessandro Esposito
maschere, figure e costumi Bruno Leone e Rosellina Leone

età consigliata: 3 – 10 anni

 

Lo spettacolo è preceduto da un laboratorio a tema con lo spettacolo, con inizio un’ora prima dello spettacolo, compreso nel biglietto d’ingresso allo spettacolo.

INFO e BIGLIETTERIA
– biglietto d’ingresso € 8,00 – apertura box office da 90 minuti prima dell’inizio;
– card da 10 ingressi/€60 o 5 ingressi/€35.

PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA
327 0795871 – 333 3542754 – 081 18903126 – info@teatrodeipiccoli.it

Teatro dei Piccoli, Napoli:
_ con auto ingresso consigliato da Via Terracina n.197, Quick Parking (in convenzione)
_ingresso pedonale da viale Usodimare

FB/ teatrodeipiccolinapoli www.teatrodeipiccoli.it

In caso di avverse condizioni meteo, lo spettacolo sarà effettuato all’interno del Teatro dei Piccoli.

L’EVENTO E’ INSERITO IN AUTUNNO OPEN AIR 2022 al TEATRO DEI PICCOLI e nel programma di La Campania è.

 

LE STORIE DI CIPOLLINO @ teatro dei piccoli
Ott 1@17:00

SABATO 1 OTTOBRE ore 17 – inizio laboratori ore 16.

teatro d’attore e pupazzi animati a piede; liberamente ispirato a “Le avventure di cipollino” di Gianni Rodari; una produzione Le Nuvole/Casa del Contemporaneo, con Rosanna Gagliotti, Francesco Di Gennaro, ideazione e realizzazione pupazzi Fabio Lastrucci e Selvaggia Filippini, messa in scena Enzo Musicò.. Per tutti, dai 4 anni.

🎭lo spettacolo

E’ il protagonista, Cipollino in persona, a chiedere ad una fanciulla di raccontare ai bambini e ai ragazzi la sua storia. Comincia così un viaggio in una città abitata da vegetali e frutti antropomorfi dove il Principe Limone opprime tutti con le sue regole insensate. Situazioni al limite del grottesco risolte da un Cipollino capopopolo che a colpi di scherzi e beffe, senza mai ricorrere alla violenza, e soprattutto con il coinvolgimento del pubblico riuscirà a sovvertire l’ordine delle cose.  Sor Zucchina, il violinista Piero Pera, il cavalier Pomodoro, la Talpa esploratrice e l’avvocato Pisellino sono solo alcuni dei personaggi che, già solo dal nome, raccontano il fantastico e simbolico mondo di Gianni Rodari che si esprime con la semplicità dei piccoli per parlare dei temi dei grandi. L’innata creatività e la manualità affinata nel tempo di Fabio Lastrucci ha regalato un volto ed un corpo al personaggio di Cipollino, in scena nelle fattezze di un pupazzo altezza uomo animato a piede da Francesco Di Gennaro, che insieme alla Fragolina di Selvaggia Filippini siamo certi entrerà subito nel cuore di grandi e piccini.

✍️il punto di vista degli autori
“Scoprire come sono fatti i furfanti, insomma i cattivi e anche gli antipatici: questa la missione di Cipollino – racconta Enzo Musicò, autore della messa in scena – E per farlo l’unico modo è andarsene in giro per il mondo, ad ascoltare storie e a farne tesoro. Osservando la vita degli altri Cipollino scoprirà che soprusi ed ingiustizie sono ovunque. E che solo mettendo in condivisione quelle esperienze – nel bene e nel male – si potrà trovare una soluzione. Per tutti“.

Lo spettacolo è preceduto da un laboratorio a tema con lo spettacolo, con inizio un’ora prima dello spettacolo, compreso nel biglietto d’ingresso allo spettacolo.

INFO e BIGLIETTERIA
– biglietto d’ingresso € 8,00 – apertura box office da 90 minuti prima dell’inizio;
– card da 10 ingressi/€60 o 5 ingressi/€35.

PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA
327 0795871 – 333 3542754 – 081 18903126 – info@teatrodeipiccoli.it

Teatro dei Piccoli, Napoli:
_ con auto ingresso consigliato da Via Terracina n.197, Quick Parking (in convenzione)
_ingresso pedonale da viale Usodimare

FB/ teatrodeipiccolinapoli www.teatrodeipiccoli.it

In caso di avverse condizioni meteo, lo spettacolo sarà effettuato all’interno del Teatro dei Piccoli.

L’EVENTO E’ INSERITO IN AUTUNNO OPEN AIR 2022 al TEATRO DEI PICCOLI e nel programma di La Campania è.

Ott
2
Dom
PULCINELLA CHE PASSIONE
Ott 2@11:30

DOMENICA 2 OTTOBRE ore 11.30 – inizio laboratori ore 10.30

burattini in baracca; una produzione Casa del Contemporaneo, con Antonello Furmiglieri, burattini di Antonello Furmiglieri, selezione musicale Riccardo Cominotto. Per tutti, dai 3 anni.

🎭lo spettacolo

Pulcinella è quell’eterno bambinone che diverte i più piccoli e ricorda ai più grandi l’entusiasmo di lasciarsi andare ai propri sogni e all’illusione che un pizzico di magia esiste nella vita e può essere d’aiuto a non perdere mai la speranza negli uomini e nei desideri di amore e libertà. Dopo aver mangiato e bevuto a sazietà in un’osteria, il nostro Pulcinella è andato via senza pagare ed ora dovrà vedersela con un oste arrabbiatissimo disposto ad inseguirlo ovunque pur di avere il denaro che gli spetta. Anzi riuscirà a fare meglio, per essere sicuro di trovarlo, l’oste si farà accompagnare da un impettito Brigadiere che, lanciandosi in un rocambolesco inseguimento con Pulcinella, finirà addirittura in ospedale dove un Medico Chirurgo si prenderà cura di lui. Ma i guai per Pulcinella non sono certo finiti, anzi, per assicurarsi di aver seminato definitivamente i suoi inseguitori, cercherà rifugio in uno strano palazzo tutto polveroso: il palazzo dell’Orco Belzebò. Pulcinella troverà il modo di scampare anche a questo pericolo e a tornare, finalmente, dalla sua amata Palummella?

Antonello Furmiglieri – autore dei burattini ed interprete – gioca molto con i suoni e le parole oltre che con le mani e la gestualità insieme ai suoi burattini. La voce, più di ogni altra cosa, si trasforma di personaggio in personaggio, plasma un linguaggio ora italo-napoletano ora uno italo-siciliano costruendo un ritmo che, accompagnato dalle musiche di Haendel e Verdi, accuratamente selezionate da Riccardo Cominotto, passa con disinvoltura dalla poesia alla filastrocca, alla canzone e perfino alla balbuzie; giochi di parole per meglio compiere la vera magia dell’animazione.

✍️il punto di vista degli autori
“Riuscirà a tirarsi fuori dai guai anche questa volta Pulcinella? In repertorio dal 1985 questa produzione di burattini in baracca riesce ogni volta a raccontarsi in modo nuovo al suo pubblico di bambini e anche di adulti. Le disavventure che questo personaggio vivrà, infatti, si adattano perfettamente ad ogni tempo, riflettendo le difficoltà che ognuno si trova ad affrontare tutti i giorni fra casualità e disattenzione”.

Lo spettacolo è preceduto da un laboratorio a tema con lo spettacolo, con inizio un’ora prima dello spettacolo, compreso nel biglietto d’ingresso allo spettacolo.

INFO e BIGLIETTERIA
– biglietto d’ingresso € 8,00 – apertura box office da 90 minuti prima dell’inizio;
– card da 10 ingressi/€60 o 5 ingressi/€35.

PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA
327 0795871 – 333 3542754 – 081 18903126 – info@teatrodeipiccoli.it

Teatro dei Piccoli, Napoli:
_ con auto ingresso consigliato da Via Terracina n.197, Quick Parking (in convenzione)
_ingresso pedonale da viale Usodimare

FB/ teatrodeipiccolinapoli www.teatrodeipiccoli.it

In caso di avverse condizioni meteo, lo spettacolo sarà effettuato all’interno del Teatro dei Piccoli.

L’EVENTO E’ INSERITO IN AUTUNNO OPEN AIR 2022 al TEATRO DEI PICCOLI e nel programma di La Campania è.

MIGNOLINA RAP @ TEATRO DEI PICCOLI
Ott 2@17:00–18:30

   

  • domenica 2 ottobre, ore 17

Mignolina Rap è uno spettacolo fatto di canzoni, musica e tanti meravigliosi pupazzi in gommapiuma che animeranno questa divertente versione della Mignolina di H. C. Andersen.
Uno spettacolo suggestivo e affascinante che ha una forte implicazione ambientale: Mignolina nasce da un tulipano e attraversa un mondo fatto di piccole o grandi avventure, fatto soprattutto di animali, quali rospi, farfalle, maggiolini, topolini, talpe e pesci rossi, che aiuteranno la protagonista a superare le difficoltà del suo cammino.
Lo spettacolo, infatti, affronta anche la problematica dei rifiuti, della grave situazione di degrado della natura che oggi ci circonda: tutte difficoltà che la protagonista riuscirà a superare attraverso il rapporto tenerissimo con una rondine che, grazie all’amore di Mignolina, si risveglierà da una morte apparente. Insieme troveranno la forza di superare le insidie della vita.

 

MIGNOLINA RAP
produzione TEATRINO DEI FONDI

tratto da H. C. ANDERSEN
con SERENA CERCIGNANO e MARTA PAGANELLI
scenografie e pupazzi FEDERICO BIANCALANI
tecnica ANGELO ITALIANO e MARCO SACCHETTI
adattamento teatrale e regia di ENRICO FALASCHI

 

Età consigliata: 3-8 anni

 

Lo spettacolo è preceduto da un laboratorio a tema con lo spettacolo, con inizio un’ora prima dello spettacolo, compreso nel biglietto d’ingresso allo spettacolo.

INFO e BIGLIETTERIA
– biglietto d’ingresso € 8,00 – apertura box office da 90 minuti prima dell’inizio;
– card da 10 ingressi/€60 o 5 ingressi/€35.

PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA
327 0795871 – 333 3542754 – 081 18903126 – info@teatrodeipiccoli.it

Teatro dei Piccoli, Napoli:
_ con auto ingresso consigliato da Via Terracina n.197, Quick Parking (in convenzione)
_ingresso pedonale da viale Usodimare

FB/ teatrodeipiccolinapoli www.teatrodeipiccoli.it

In caso di avverse condizioni meteo, lo spettacolo sarà effettuato all’interno del Teatro dei Piccoli.

L’EVENTO E’ INSERITO IN AUTUNNO OPEN AIR 2022 al TEATRO DEI PICCOLI e nel programma di La Campania è.

 

Ott
8
Sab
FAVOLE MUSICALI “La Storia dell’Elefantino BABAR” – “Pierino e il Lupo @ Teatro dei Piccoli
Ott 8@11:30–12:30
FAVOLE MUSICALI "La Storia dell'Elefantino BABAR" - "Pierino e il Lupo @ Teatro dei Piccoli | Napoli | Campania | Italia
” LA STORIA DELL’ELEFANTINO BABAR” e “PIERINO E IL LUPO” sono le favole musicali che Progetto Sonora propone per i più piccoli ( dai 3 anni ) e le loro famiglie nella specialissima cornice del Parco del Teatro dei Piccoli open air per l’AUTUNNO IN PINETA open air 2022.  
Le avventure del celebre Elefantino BABAR rese indimenticabili dalla musica di Francis Poulenc e quelle dell’altrettanto celebre  PIERINO di Sergei Prokofiev vengono proposte una dopo l’altra in una versione scenica di Adria Mortari adatta alla narrazione per i più piccoli, a due voci con l’attrice Rossella Massari e con i pianisti Salvatore  Biancardi e Gennaro Musella per la deliziosa parte musicale che pervade tutte le storie narrate. La durata complessiva è inferiore ad un’ora.
UN CLASSICO PER L’INFANZIA: BABAR 
La storia di un piccolo elefante, Babar venne pubblicato per la prima volta nel 1931, in Francia. Fu scritto da Jean de Brunhoff, un famoso illustratore e scrittore di libri per bambini. Grazie all’ottima accoglienza ricevuta dalla storia di Babar, il testo venne tradotto in numerose lingue e, poco a poco, si fece spazio tra i personaggi più amati dai bambini di tutto il mondo, soprattutto dopo la fine della seconda guerra mondiale. La trama della storia di Babar ha inizio quando l’elefantino deve fuggire dal cacciatore che ha ucciso sua madre. Per non farsi trovare, abbandona la sua casa e si dirige verso la grande città. Dopo averla raggiunta, indossa abiti umani e impara a comportarsi in maniera civilizzata. Dopo un po’ di tempo, Babar riesce a tornare nella sua foresta, dove è incoronato re degli elefanti. Il grande compositore francese Francis Poulenc ne trasse poi la fiaba musicale che è proprio quella che vi proponiamo nel nostro spettacolo. Una storia formativa dove la musica di Poulenc dà risalto ad ogni sfumatura degli stati d’animo dei protagonisti, in maniera raffinata e coinvolgente.
PIERINO E IL LUPO Si tratta di una composizione musicale scritta nel 1936. Sergei Prokof’ev, dopo il suo ritorno nell’Unione Sovietica, realizza questa bellissima opera per bambini. Da allora l’opera ebbe un enorme successo trasformandosi, negli anni, in un classico apprezzatissimo ancora oggi da grandi e piccini.
La storia  è molto semplice. Parla di un bambino di nome Pierino che, un giorno, uscendo dal cancello del giardino di casa, sfugge al controllo del nonno. È una bellissima giornata ed un simpatico uccellino decide di unirsi a Pierino nella sua avventura. Anche un’anatra decide di seguirli con il suo passo dondolante mentre si dirige verso lo stagno per fare una bella nuotata.

Durante il viaggio l’uccellino rimprovera l’anatra di essere un uccello un po’ strano perché non sa volare. L’anatra, dal canto suo, ribadisce che quello strano è invece l’uccellino che non sa nuotare. Mentre i due animaletti bisticciano arriva un gatto che Pierino nota subito. Immediatamente il giovane mette in allarme i suoi amici bipedi: “Attenti al gatto”. L’uccellino così vola via e l’anatra si salva perché ai gatti l’acqua non piace affatto. Nel frattempo arriva anche il nonno arrabbiato perché Pierino gli aveva disobbedito. “Pierino! Questo è un posto pericoloso! Il lupo potrebbe arrivare da un momento all’altro!” e trascina il bambino a casa. I due vanno via giusto in tempo perché all’improvviso arriva proprio il lupo. I tre animali rimasti erano molto spaventati così il gatto decide di arrampicarsi lesto su un albero, l’uccellino vola su di un ramo mentre l’anatra fugge a riva: un gravissimo errore! L’anatra infatti è un animale molto lento nella corsa e basta poco al lupo per raggiungerla e divorarla in un sol boccone! Pierino dal suo cancello ha visto tutto e decide di intervenire immediatamente. Munito di una corda si arrampica su di un albero e chiede all’uccellino di distrarre il lupo svolazzando. Pierino fa un bel nodo alla sua corsa e facendola calare giù dal ramo riesce a catturare il lupo per la coda. Proprio in quel momento arrivano i cacciatori che sparano a più non posso. Pierino subito urla loro: “Smettetela! Il lupo è già in trappola, aiutateci a portarlo allo zoo”. 

E con una bellissima marcia trionfale si conclude la storia. Tutto finisce per il meglio tranne che per la povera anatra che nella foga, era stata inghiottita viva dal lupo!

  • – – – – – – – –

Lo spettacolo è inserito nella rassegna AUTUNNO IN PINETA – 2022 OPENAIR a cura di Le Nuvole/Casa del Contemporaneo – I Teatrini – Progetto Sonora e realizzata con il sostegno della Regione Campania e la collaborazione del Comune di Napoli e della direzione della Mostra d’Oltremare in scena nella pineta attrezzata del Teatro dei Piccoli dal 3 settembre.

apertura biglietteria: 90 minuti prima dell’orario di inizio spettacolo
in caso di avverse condizioni meteo, lo spettacolo sarà effettuato all’interno del Teatro dei Piccoli
Biglietto d’ingresso € 8,00
PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA

327 0795871 (anche whatsapp) – 333 3542754  – 081 18903126info@teatrodeipiccoli.it

card da 10 ingressi/€60 o 5 ingressi/€35

Teatro dei Piccoli    Mostra d’Oltremare       Napoli

con auto ingresso consigliato da Via Terracina n.197, Quick Parking (in convenzione)
ingresso pedonale da viale Usodimare
FB/ teatrodeipiccolinapoli
info@teatrodeipiccoli.it
www.teatrodeipiccoli.it

IL MAGO DI OZ @ TEATRO DEI PICCOLI
Ott 8@17:00–18:30

  • sabato 8 ottobre, ore 17

Liberamente ispirato al romanzo di Frank Baum, pubblicato nel 1900, dal quale fu tratto il famoso film del 1932 THE WIZARD OF OZ, lo spettacolo IL MAGO DI OZ ripercorre tutte le tappe del fantastico viaggio di Dorothy, la bambina annoiata del Kansas.

Il dottor Pirolozzi, stravagante e surreale medico e scienziato, cerca di curare Dora, una ragazza convinta di essere la Dorothy del favoloso mondo di OZ. Stanco delle sue continue fantasticherie, Il Dottore le organizza a sua insaputa una vera e propria messa in scena per farle vivere il favoloso viaggio e l’incontro con i fantastici personaggi del racconto. Ci riuscirà? Vedere per credere !!!

Una coproduzione importante tra due compagnie storiche del Teatro di Figura riconosciute dal MIBACT, il TFU di Perugia e il Teatro Bertolt Brecht di Formia.

Gli straordinari pupazzi realizzati da ADA MIRABASSI si sposano con le comiche abilità attoriali del Brecht.

Le scenografie costruite, per dar vita ad una sorta di MACCHINA DEI SOGNI, da Marco Mastantuono e le musiche originali composte da Giordano Treglia, giovane compositore e polistrumentista. I costumi, di Marilisa D’Angiò ed il disegno luci di Antonio Palmiero completano una équipe di qualità per uno spettacolo ricco di sorprese.

IL MAGO DI OZ
Adattamento di Chiara Di Macco

con Maurizio Stammati eChiara Di Macco
Pupazzi: Ada Mirabassi
Scenografie: Marco Mastantuono
Costumi: Marilisa D’Angiò
Musiche originali: Giordano Treglia
Disegno Luci: Antonio Palmiero
Regia: Maurizio Stammati
una produzione TFU Perugia/Teatro Bertolt Brecht, Formia

Età consigliata: 3-8 anni

 

Lo spettacolo è preceduto da un laboratorio a tema con lo spettacolo, con inizio un’ora prima dello spettacolo, compreso nel biglietto d’ingresso allo spettacolo.

INFO e BIGLIETTERIA
– biglietto d’ingresso € 8,00 – apertura box office da 90 minuti prima dell’inizio;
– card da 10 ingressi/€60 o 5 ingressi/€35.

PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA
327 0795871 – 333 3542754 – 081 18903126 – info@teatrodeipiccoli.it

Teatro dei Piccoli, Napoli:
_ con auto ingresso consigliato da Via Terracina n.197, Quick Parking (in convenzione)
_ingresso pedonale da viale Usodimare

FB/ teatrodeipiccolinapoli www.teatrodeipiccoli.it

In caso di avverse condizioni meteo, lo spettacolo sarà effettuato all’interno del Teatro dei Piccoli.

L’EVENTO E’ INSERITO IN AUTUNNO OPEN AIR 2022 al TEATRO DEI PICCOLI e nel programma di La Campania è.

 

Ott
9
Dom
I TRE PORCELLINI
Ott 9@11:30
I TRE PORCELLINI

DOMENICA 9 OTTOBRE ore 11.30 – inizio laboratori ore 10.30

teatro d’attore e di figura; Teatro delle marionette degli Accettella, di Danilo Conti e Antonella Piroli, regia Danilo Conti, con Alessandro Accettella e Stefania Umana, pupazzi Brina Babini, scende Antonella Piroli, musiche Guido Castiglia, luci Roberto De Leon. Per tutti, dai 3 anni.

🎭lo spettacolo

I tre porcellini è un classico della tradizione inglese la cui prima versione (a cui lo spettacolo si riferisce) risale al 1843 circa. Per difendersi da questo essere malvagio il porcellino più piccolo costruisce una casetta con la paglia e il mediano con la legna: entrambi ergono i loro rifugi in fretta, in modo da poter rimanere più tempo possibile per dedicarsi ai giochi. Pagheranno la loro superficialità quando il lupo, distruggendo le case in un sol soffio, se li mangerà avidamente. Il fratellino più grande invece, con fare saggio e prevedendo la pericolosità e l’astuzia del lupo, costruisce una solida casa di mattoni e, alla fine riesce a sconfiggerlo.

✍️il punto di vista degli autori
““I tre porcellini” insegna in modo molto divertente e drammatico che non bisogna essere pigri e prendercela comoda, e che la sopravvivenza dipende da un lavoro unito alla capacità di essere previdenti.”.

Lo spettacolo è preceduto da un laboratorio a tema con lo spettacolo, con inizio un’ora prima dello spettacolo, compreso nel biglietto d’ingresso allo spettacolo.

INFO e BIGLIETTERIA
– biglietto d’ingresso € 8,00 – apertura box office da 90 minuti prima dell’inizio;
– card da 10 ingressi/€60 o 5 ingressi/€35.

PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA
327 0795871 – 333 3542754 – 081 18903126 – info@teatrodeipiccoli.it

Teatro dei Piccoli, Napoli:
_ con auto ingresso consigliato da Via Terracina n.197, Quick Parking (in convenzione)
_ingresso pedonale da viale Usodimare

FB/ teatrodeipiccolinapoli www.teatrodeipiccoli.it

In caso di avverse condizioni meteo, lo spettacolo sarà effettuato all’interno del Teatro dei Piccoli.

L’EVENTO E’ INSERITO IN AUTUNNO OPEN AIR 2022 al TEATRO DEI PICCOLI e nel programma di La Campania è.

LA GATTA CHE MANGIO’ LA LUNA @ TEATRO DEI PICCOLI
Ott 9@17:00–18:30
  • domenica 9 ottobre, ore 17

 

Età consigliata: 3-8 anni

Questo lavoro è uno spettacolo interattivo, “La Gatta che Mangiò la Luna”: un’antica fiaba circolare sul movimento lunare. La struttura della narrazione dello spettacolo agisce su tre piani sovrapposti e con tre linguaggi principali: la parola, l’immagine e il suono. Ogni frammento della narrazione parlata e cantata sono accompagnati da alcune figure e da diversi strumenti musicali, (corde, fiati e percussione). Ogni strumento musicale, figure o burattini, è legato a un pezzetto della narrazione che i bambini dovranno ricordare; perché in un secondo momento diventeranno, a loro volta, conta e cantastorie. Il pubblico di ragazzi, una volta coinvolto, usa sia le figure e sia gli strumenti musicali, (esclusi i fiati), per ri-raccontare un frammento inerente alla storia.

I Teatrini

“LA GATTA CHE MANGIÒ LA LUNA”

di e con Fioravante Rea

 

Lo spettacolo è preceduto da un laboratorio a tema con lo spettacolo, con inizio un’ora prima dello spettacolo, compreso nel biglietto d’ingresso allo spettacolo.

INFO e BIGLIETTERIA
– biglietto d’ingresso € 8,00 – apertura box office da 90 minuti prima dell’inizio;
– card da 10 ingressi/€60 o 5 ingressi/€35.

PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA
327 0795871 – 333 3542754 – 081 18903126 – info@teatrodeipiccoli.it

Teatro dei Piccoli, Napoli:
_ con auto ingresso consigliato da Via Terracina n.197, Quick Parking (in convenzione)
_ingresso pedonale da viale Usodimare

FB/ teatrodeipiccolinapoli www.teatrodeipiccoli.it

In caso di avverse condizioni meteo, lo spettacolo sarà effettuato all’interno del Teatro dei Piccoli.

L’EVENTO E’ INSERITO IN AUTUNNO OPEN AIR 2022 al TEATRO DEI PICCOLI e nel programma di La Campania è.

 

Ott
15
Sab
Musica e Movimento | LABORATORIO MUSICALE @ Teatro dei Piccoli
Ott 15@11:30–12:30
Musica e Movimento | LABORATORIO MUSICALE @ Teatro dei Piccoli | Napoli | Campania | Italia
Fate scoprire ai bambini come il movimento faccia parte della musica con “Musica e movimento!”, laboratorio musicale per bambini dai 5 ai 10 anni, con performance finale.
L’attività fa parte di AUTUNNO IN PINETA all’aperto del Parco del Teatro dei Piccoli – Mostra D’Oltremare.
– – –
L’apprendimento musicale, soprattutto durante l’infanzia (ma non solo!!) è facilitato dal movimento, come insegna, in particolare, il grande didatta Émile Jaques-Dalcroze.
Ritmica, coordinamento, espressività, orientamento nello spazio, danze strutturate; questi gli elementi con i quali i bambini saranno introdotti al fare musica attraverso il movimento, anche con l’ausilio di materiale “extramusicale” (foulard, telo paracadute, palline da tennis,…).
Il laboratorio sarà guidato dagli esperti Salvatore Prezioso e Francesco Ruoppolo, educatori e formatori musicali.

È prevista una performance in chiusura di laboratorio.

– – – – – – – –

Il Laboratorio-Spettacolo è inserito nella rassegna AUTUNNO IN PINETA – 2022 OPENAIR a cura di Le Nuvole/Casa del Contemporaneo – I Teatrini – Progetto Sonora e realizzata con il sostegno della Regione Campania e la collaborazione del Comune di Napoli e della direzione della Mostra d’Oltremare in scena nella pineta attrezzata del Teatro dei Piccoli dal 3 settembre.

apertura biglietteria: 90 minuti prima dell’orario di inizio spettacolo
in caso di avverse condizioni meteo, lo spettacolo sarà effettuato all’interno del Teatro dei Piccoli
Biglietto d’ingresso € 8,00 

PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA

327 0795871 – 333 3542754 (anche whatsapp) 081 18903126info@teatrodeipiccoli.it

card da 10 ingressi/€60 o 5 ingressi/€35Teatro dei Piccoli    Mostra d’Oltremare       Napoli

con auto ingresso consigliato da Via Terracina n.197, Quick Parking (in convenzione)
ingresso pedonale da viale Usodimare
FB/ teatrodeipiccolinapoli
info@teatrodeipiccoli.it
www.teatrodeipiccoli.it

Ott
16
Dom
STORIA DI UN ALBERO E DI UN BAMBINO @ Teatro dei Piccoli
Ott 16@11:30–12:30

 

>dai 3 anni

  • domenica 16 ottobre, ore 11,30
  • sabato 29 ottobre, ore 11,30

E’ la storia di un albero e della sua generosità.
Del suo amore per un bambino, amico e compagno di giochi, che continuerà ad amare nel tempo, senza riserve, come un grande genitore, seguendo le tappe della sua vita, dall’infanzia alla vecchiaia, ognuna segnata da urgenze e richieste differenti, sempre più grandi e impellenti.
L’albero saprà aspettare il suo “ bambino”, i suoi ritorni sempre più rari e distaccati, emozionandosi ad ogni suo arrivo. Sarà felice ogni volta di accoglierlo, cercando l’intesa giocosa di un tempo.
Ma il “bambino” ogni volta più adulto, non vuole giocare, ha bisogni lontani dal cuore di un tempo. Più complicati. E l’albero lo saprà ascoltare e cercherà di rispondere alle sue impellenti richieste, offrendogli ogni volta una parte di sé per aiutarlo ad ottenere quello che desidera, senza risparmiarsi, fino a diventare solo un povero ceppo solitario.
Ma anche così continuerà ad amare ed aspettare il suo “ bambino”, che ritornerà da lui, ormai vecchio e stanco, in cerca di un posto dove fermarsi, finalmente, e riposare.
E l’albero gli offrirà di sedersi, e insieme si sentiranno di nuovo felici.

Il contesto naturale e la filosofia che accompagna il nostro teatro in questo luogo di dialogo tra la natura e l’uomo, ci chiama ad abbracciare questa storia bellissima che racconta come amore, cura e necessità sottendano il prezioso legame tra la natura e l’uomo, di quanto da esso dipendiamo e di quanto, purtroppo, squilibrato sia.
Quello che generosamente ci viene offerto e avidamente ci prendiamo, infatti, è molto di più di quello che con scarsa riconoscenza restituiamo.
Con Storia di un albero e di un bambino, parleremo così a bambini, insegnanti e genitori della preziosità del legame che esiste tra l’uomo e la natura, di quanto sia importante riconoscerlo e coltivarlo, per tutelare l’equilibrio della vita e la felicità di ognuno.

 

 

Tecnica utilizzata: 

Teatro d’attore, musica dal vivo

I TEATRINI

STORIA DI UN ALBERO E DI UN BAMBINO

uno spettacolo di Giovanna Facciolo, liberamente ispirato ad un racconto illustrato di Shel Silverstein

con Jessica Festa, Antonio Torino, Alfredo Pumilia

costumi di Antonietta Rendina

scene Monica Costigliola

 

età consigliata: 3 – 10 anni

 

Lo spettacolo è preceduto da un laboratorio a tema con lo spettacolo, con inizio un’ora prima dello spettacolo, compreso nel biglietto d’ingresso allo spettacolo.

INFO e BIGLIETTERIA
– biglietto d’ingresso € 8,00 – apertura box office da 90 minuti prima dell’inizio;
– card da 10 ingressi/€60 o 5 ingressi/€35.

PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA
327 0795871 – 333 3542754 – 081 18903126 – info@teatrodeipiccoli.it

Teatro dei Piccoli, Napoli:
_ con auto ingresso consigliato da Via Terracina n.197, Quick Parking (in convenzione)
_ingresso pedonale da viale Usodimare

FB/ teatrodeipiccolinapoli www.teatrodeipiccoli.it

In caso di avverse condizioni meteo, lo spettacolo sarà effettuato all’interno del Teatro dei Piccoli.

L’EVENTO E’ INSERITO IN AUTUNNO OPEN AIR 2022 al TEATRO DEI PICCOLI e nel programma di La Campania è.

 

Ott
22
Sab
EFFETTO MUSICA | (Concerti per l’Infanzia 2022) @ Teatro dei Piccoli
Ott 22@11:30–12:30
EFFETTO MUSICA | (Concerti per l'Infanzia 2022) @ Teatro dei Piccoli | Napoli | Campania | Italia
EFFETTO MUSICA è uno dei CONCERTI PER L’INFANZIA dell’AUTUNNO IN PINETA 2022 di Progetto Sonora per i più piccoli e le loro famiglie nella specialissima cornice del Parco del Teatro dei Piccoli open air. Ogni concerto è interattivo; ai bimbi e ai loro accompagnatori saranno distribuiti piccole percussioni Orff per accompagnare in alcune fasi del concerto musicisti dell’Ensemble. Ogni concerto – sempre con strumenti diversi – sarà guidato da esperti, e in ciascuno si ascolteranno brani musicali differenti, tratti dal repertorio classico, popolare e jazz. Un’immersione nella musica con una modalità di ascolto tutta commisurata alle esigenze e alle possibilità di ascolto dei più piccoli ed ispirata alle teorie scientifiche di E.E.Gordon. Oltre 7 anni di successo, offrendo ai bimbi e le loro famiglie la gioia del contatto con la musica dal vivo.
Un concerto fatto di proposte musicali così varie e stimolanti da costituire un’esperienza ludica e formativa completa, utile a piccoli e grandi, per condividere ad ogni età la gioia della musica nella natura. 
Sonora Chamber Ensemble: sono i giovani musicisti che Progetto Sonora impegna con continuità per le sue produzioni musicali. Fiati, archi, tastiere e percussioni, cantanti, in numero variabile, specializzati in repertori specifici. Solisti per i concerti destinati ai più piccoli e alle loro famiglie/Harmonie di soli fiati per musiche en plein air del ‘700/musicisti specializzati nel repertorio moderno e nel teatro musicale:in ogni organico l’Ensemble unisce ‘senior’ e ‘junior’ per assicurare un ricambio generazionale che non rinunci alla qualità delle esecuzioni musicali. 

– – – – – – – –

Lo spettacolo è inserito nella rassegna AUTUNNO IN PINETA – 2022 OPENAIR a cura di Le Nuvole/Casa del Contemporaneo – I Teatrini – Progetto Sonora e realizzata con il sostegno della Regione Campania e la collaborazione del Comune di Napoli e della direzione della Mostra d’Oltremare in scena nella pineta attrezzata del Teatro dei Piccoli dal 3 settembre.

apertura biglietteria: 90 minuti prima dell’orario di inizio spettacolo
in caso di avverse condizioni meteo, lo spettacolo sarà effettuato all’interno del Teatro dei Piccoli
Biglietto d’ingresso € 8,00
PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA

327 0795871 (anche whatsapp) – 333 3542754 081 18903126info@teatrodeipiccoli.it

card da 10 ingressi/€60 o 5 ingressi/€35

Teatro dei Piccoli    Mostra d’Oltremare       Napoli

con auto ingresso consigliato da Via Terracina n.197, Quick Parking (in convenzione)
ingresso pedonale da viale Usodimare
FB/ teatrodeipiccolinapoli
info@teatrodeipiccoli.it
www.teatrodeipiccoli.it

Ott
23
Dom
I MUSICANTI DI BREMA
Ott 23@11:30
I MUSICANTI DI BREMA

DOMENICA 23 OTTOBRE ore 11.30 – inizio laboratori ore 10.30

teatro d’attore; dalla favola dei Fratelli Grimm; Teatro Perdavvero, una produzione Accademia Perduta Romagna Teatri, di Marco Cantori, con Marco Cantori e Giacomo Fantoni, musiche Diego Gavioli, Marco Cantori e Giacomo Fantoni, oggetti di scena Nives Storci. Per tutti, dai 3 anni.

🎭lo spettacolo

I protagonisti di questa favola sono un asino zoppo, un cane sdentato, un gatto senz’unghie e un gallo con un’ala rotta che, rifiutati dai padroni per via dei loro “difetti”, decidono di partire per la città di Brema dove vogliono farsi assumere dall’orchestra musicale cittadina. Durante il viaggio, in mezzo al bosco, s’imbattono nella casa dei briganti, dentro alla quale intravedono una tavola piena di cose buone da
mangiare. Ma prima di sfamarsi bisogna liberarsi dei briganti e l’unico modo per riuscirvi è quello di collaborare insieme. Gli animali così
raggiungono il loro scopo e trovandosi bene insieme si fermeranno a vivere nella loro nuova casa.

✍️il punto di vista degli autori
“Ogni animale come ogni nota è un piccolo mondo e non importa che sia moro o biondo, che sia senz’unghie o gli manchi un dente, che sia zoppo o non udente. Che sia senz’ali oppure perfetto, o che abbia un qualche altro difetto. L’importante è che se gli animali stanno in compagnia, insieme, come le note fanno una melodia: varia, ricca, con anche più speranza, di chi sta chiuso solo nella sua stanza”.

Lo spettacolo è preceduto da un laboratorio a tema con lo spettacolo, con inizio un’ora prima dello spettacolo, compreso nel biglietto d’ingresso allo spettacolo.

INFO e BIGLIETTERIA
– biglietto d’ingresso € 8,00 – apertura box office da 90 minuti prima dell’inizio;
– card da 10 ingressi/€60 o 5 ingressi/€35.

PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA
327 0795871 – 333 3542754 – 081 18903126 – info@teatrodeipiccoli.it

Teatro dei Piccoli, Napoli:
_ con auto ingresso consigliato da Via Terracina n.197, Quick Parking (in convenzione)
_ingresso pedonale da viale Usodimare

FB/ teatrodeipiccolinapoli www.teatrodeipiccoli.it

In caso di avverse condizioni meteo, lo spettacolo sarà effettuato all’interno del Teatro dei Piccoli.

L’EVENTO E’ INSERITO IN AUTUNNO OPEN AIR 2022 al TEATRO DEI PICCOLI e nel programma di La Campania è.

Ott
29
Sab
STORIA DI UN ALBERO E DI UN BAMBINO @ Teatro dei Piccoli
Ott 29@11:30–12:30

 

>dai 3 anni

  • domenica 16 ottobre, ore 11,30
  • sabato 29 ottobre, ore 11,30

E’ la storia di un albero e della sua generosità.
Del suo amore per un bambino, amico e compagno di giochi, che continuerà ad amare nel tempo, senza riserve, come un grande genitore, seguendo le tappe della sua vita, dall’infanzia alla vecchiaia, ognuna segnata da urgenze e richieste differenti, sempre più grandi e impellenti.
L’albero saprà aspettare il suo “ bambino”, i suoi ritorni sempre più rari e distaccati, emozionandosi ad ogni suo arrivo. Sarà felice ogni volta di accoglierlo, cercando l’intesa giocosa di un tempo.
Ma il “bambino” ogni volta più adulto, non vuole giocare, ha bisogni lontani dal cuore di un tempo. Più complicati. E l’albero lo saprà ascoltare e cercherà di rispondere alle sue impellenti richieste, offrendogli ogni volta una parte di sé per aiutarlo ad ottenere quello che desidera, senza risparmiarsi, fino a diventare solo un povero ceppo solitario.
Ma anche così continuerà ad amare ed aspettare il suo “ bambino”, che ritornerà da lui, ormai vecchio e stanco, in cerca di un posto dove fermarsi, finalmente, e riposare.
E l’albero gli offrirà di sedersi, e insieme si sentiranno di nuovo felici.

Il contesto naturale e la filosofia che accompagna il nostro teatro in questo luogo di dialogo tra la natura e l’uomo, ci chiama ad abbracciare questa storia bellissima che racconta come amore, cura e necessità sottendano il prezioso legame tra la natura e l’uomo, di quanto da esso dipendiamo e di quanto, purtroppo, squilibrato sia.
Quello che generosamente ci viene offerto e avidamente ci prendiamo, infatti, è molto di più di quello che con scarsa riconoscenza restituiamo.
Con Storia di un albero e di un bambino, parleremo così a bambini, insegnanti e genitori della preziosità del legame che esiste tra l’uomo e la natura, di quanto sia importante riconoscerlo e coltivarlo, per tutelare l’equilibrio della vita e la felicità di ognuno.

 

 

Tecnica utilizzata: 

Teatro d’attore, musica dal vivo

I TEATRINI

STORIA DI UN ALBERO E DI UN BAMBINO

uno spettacolo di Giovanna Facciolo, liberamente ispirato ad un racconto illustrato di Shel Silverstein

con Jessica Festa, Antonio Torino, Alfredo Pumilia

costumi di Antonietta Rendina

scene Monica Costigliola

 

età consigliata: 3 – 10 anni

 

Lo spettacolo è preceduto da un laboratorio a tema con lo spettacolo, con inizio un’ora prima dello spettacolo, compreso nel biglietto d’ingresso allo spettacolo.

INFO e BIGLIETTERIA
– biglietto d’ingresso € 8,00 – apertura box office da 90 minuti prima dell’inizio;
– card da 10 ingressi/€60 o 5 ingressi/€35.

PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA
327 0795871 – 333 3542754 – 081 18903126 – info@teatrodeipiccoli.it

Teatro dei Piccoli, Napoli:
_ con auto ingresso consigliato da Via Terracina n.197, Quick Parking (in convenzione)
_ingresso pedonale da viale Usodimare

FB/ teatrodeipiccolinapoli www.teatrodeipiccoli.it

In caso di avverse condizioni meteo, lo spettacolo sarà effettuato all’interno del Teatro dei Piccoli.

L’EVENTO E’ INSERITO IN AUTUNNO OPEN AIR 2022 al TEATRO DEI PICCOLI e nel programma di La Campania è.

 

Ott
30
Dom
QUIJOTE ! – Errare è umano, perseverare è cavalleresco @ Teatro dei Piccoli
Ott 30@11:30–12:30

 

 

>dai 3 anni

  • domenica 30 ottobre, ore 11,30
QUIJOTE ! – Errare è umano, perseverare è cavalleresco.
Vogliamo raccontare una storia che abbia come tema la difesa dei propri ideali e il sogno,
elemento cardine nella vita di ognuno di noi. Il sogno rappresenta ciò che ci spinge a
superare i nostri limiti, delimita la realtà dall’irrealtà, la razionalità dalla pazzia, la vita
dalla morte. Altrettanto fondamentale è riconoscere come le ingiustizie combattute dal
nostro Don Quijote sono le stesse in grado di governare il suo, il nostro, mondo, ancora
oggi.
Lo spettatore sarà catapultato, travolto e coinvolto in un mondo irreale, magico,
cavalleresco; un mondo fatto di immagini, musiche oniriche dal vivo, acrobazie. L’azione
scenica prevede travestimenti, continui cambi di personaggi, danze, teatro dei burattini e
combattimenti scenici.
Le performances, diventano talmente vive da uscire dai luoghi deputati alla
rappresentazione, insieme al carattere multidisciplinare, restituiscono al teatro la sua
essenza necessaria di passione civile, culturale e sociale.
Liberamente ispirato al “El Ingenioso Hidalgo Don Quijote de la Mancha” di M. de Cervantes​
Regia : Orazio De Rosa
Con : Gabriella Errico, Raffaele Parisi, Antonio Perna
Cast tecnico in via di definizione
Produzione : Baracca dei Buffoni & Murìcena Teatro

età consigliata: 3 – 10 anni

 

Lo spettacolo è preceduto da un laboratorio a tema con lo spettacolo, con inizio un’ora prima dello spettacolo, compreso nel biglietto d’ingresso allo spettacolo.

INFO e BIGLIETTERIA
– biglietto d’ingresso € 8,00 – apertura box office da 90 minuti prima dell’inizio;
– card da 10 ingressi/€60 o 5 ingressi/€35.

PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA
327 0795871 – 333 3542754 – 081 18903126 – info@teatrodeipiccoli.it

Teatro dei Piccoli, Napoli:
_ con auto ingresso consigliato da Via Terracina n.197, Quick Parking (in convenzione)
_ingresso pedonale da viale Usodimare

FB/ teatrodeipiccolinapoli www.teatrodeipiccoli.it

In caso di avverse condizioni meteo, lo spettacolo sarà effettuato all’interno del Teatro dei Piccoli.

L’EVENTO E’ INSERITO IN AUTUNNO OPEN AIR 2022 al TEATRO DEI PICCOLI e nel programma di La Campania è.

 

Nov
13
Dom
Nel bosco addormentato
Nov 13@11:00
Nel bosco addormentato

Nel Bosco Addormentato è uno spettacolo liberamente ispirato a Charles Perrault, ai fratelli Grimm, a Tahar Ben Jelloun, a Giambattista Basile, a Italo Calvino e a tutti coloro che un giorno nel bosco hanno incontrato la Bella Addormentata e ce l’hanno raccontato.

La fata bianca appare in sogno alla regina e le promette che avrà la figlia che tanto desidera. Cosa succede quando un sogno si avvera? Molte le tematiche dello spettacolo: il male come reazione alla solitudine, l’amore come fonte di salvezza, l’integrazione razziale come lieto fine ed anche la capacità di autodeterminarsi rispetto al destino. Una particolare attenzione è riservata alla pluralità dei linguaggi e alla caratterizzazione non retorica dei personaggi: la fata cattiva è la più bella ed è chiamata ‘fata bianca’, la luna è nera è ironica, le due fate madrine sono buone ma rudi, il folletto forzuto si commuove davanti a un bacio, il principe azzurro ha la pelle nera.

per il secondo ciclo della scuola primaria e la secondaria di primo grado  – dai 6 anni
teatro d’attore con musiche originali e video animazioni (durata 55 minuti)

Bottega degli Apocrifi

NEL BOSCO ADDORMENTATO

liberamente ispirato a La Bella addormentata nel bosco di Perrault, Grimm, Jelloun, Basile e Calvino

di Stefania Marrone e Cosimo Severo

con Livia Gionfrida, Fabio Trimigno, Mamadou Diakite, Bakary Diaby, Kingsley Ngadiuba, Filomena Ferri/Rosalba Mondelli, Giovanni Slavemini/Matteo Miucci

regia Cosimo Severo

musiche Fabio Trimigno

scene e costumi Iole Cilento e Porziana Catalano

realizzazione costumi Anna Severo

disegno luci Giuseppe De Luca

spazio sonoro Carlo Giordano


>per il video promo clicca qui
>per la scheda di approfondimento clicca qui

 

INFO BIGLIETTERIA:

unico € 8,00 (per tutti dai 3 anni) – card 5 ingressi € 35 | 10 ingressi € 60
prenotazione a 08118903126 – 3270795871 – 3333542754

Prevendite:
al box office o su www.casadelcontemporaneo.it

E’ possibile acquistare biglietti e card anche con Carta Docente e 18App

per le scuole lunedì 14 novembre ore 9:30 
unico € 7,00abbonamento a 3 spettacoli € 18 (gratuito per i docenti accompagnatori)| trasporti non inclusi – prenotazione obbligatoria 081 239 7299/5653 | teatro@lenuvole.com

Come arrivare:
– con auto ingresso consigliato da Via Terracina n.197, Quick Parking
– ingresso pedonale viale Usodimare

Social:
FB/ teatrodeipiccolinapoli