tutti gli spettacoli ed eventi

 

Ott
30
Sab
Le storie di Cipollino
Ott [email protected]:30–12:30
Le storie di Cipollino

E’ il protagonista, Cipollino in persona, a chiedere ad una fanciulla di raccontare ai bambini e ai ragazzi la sua storia. Comincia così un viaggio in una città abitata da vegetali e frutti antropomorfi dove il Principe Limone opprime tutti con le sue regole insensate. Situazioni al limite del grottesco risolte da un Cipollino capopopolo che a colpi di scherzi e beffe, senza mai ricorrere alla violenza, e soprattutto con il coinvolgimento del pubblico riuscirà a sovvertire l’ordine delle cose.  Sor Zucchina, il violinista Piero Pera, il cavalier Pomodoro, la Talpa esploratrice e l’avvocato Pisellino sono solo alcuni dei personaggi che, già solo dal nome, raccontano il fantastico e simbolico mondo di Gianni Rodari che si esprime con la semplicità dei piccoli per parlare dei temi dei grandi.

spettacolo di narrazione e animazione liberamente ispirato a “Le avventure di cipollino” di Gianni Rodari – dai 3 anni
con Rosanna Gagliotti, Francesco Di Gennaro;
ideazione e realizzazione pupazzi Fabio Lastrucci e Selvaggia Filippini;
messa in scena Enzo Musicò;
una produzione Le Nuvole/Casa del Contemporaneo

 

Lo spettacolo è inserito nella rassegna TEATRO DEI PICCOLI open air, a cura di Le Nuvole/Casa del Contemporaneo – I Teatrini – Progetto Sonora e realizzata con il sostegno della Regione Campania e la collaborazione del Comune di Napoli e della direzione della Mostra d’Oltremare in scena nella pineta attrezzata del Teatro dei Piccoli dal 22 maggio. La manifestazione aderisce al progetto LA CAMPANIA E’.

Un’ora prima dell’inizio dello spettacolo, sempre nella pineta del teatro, saranno attivati i CLOUDS LAB ovvero laboratori a tema scientifico a cura dei comunicatori della scienza de Le Nuvole inclusi nel biglietto d’ingresso e diversificati per fasce d’età. In programma ore 18: 9MESI/Come comincia la vita (3/6 anni) e GIOCHI DI TERRA (7/11 anni).

Sia l’accesso alla struttura che la fruizione delle attività sono strettamente vincolati al rispetto delle norme per il contenimento del contagio da Covid 19.

Biglietteria:
ingresso € 7,00 (unico laboratorio + spettacolo) con PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA al tel. 327 0795871
apertura biglietteria: ore 10.00
inizio laboratorio: ore 10.30

Come arrivare:
– con auto ingresso consigliato da Via Terracina n.197, Quick Parking
– ingresso pedonale viale Usodimare

Social:
FB/ teatrodeipiccolinapoli

 

 

Ott
31
Dom
IL POPOLO DEL BOSCO @ Teatro dei Piccoli
Ott [email protected]:30–12:30

>dai 3 anni

  • sabato 16 ottobre, ore 11,30
  • domenica 31 ottobre, ore 11,30

“Io sono una ninfa, una ninfa delle querce. Appartengo ad un piccolo popolo di esseri molto spirituali, di consistenza leggera, che abita da secoli nelle profondità dei boschi e delle foreste…

…possiamo esseri visti solo dalle creature più sensibili, più raffinate, come i bambini, i poeti e tutti gli esseri dal cuore gentile…

Io sono nata dal desiderio di una giovane donna che chiese al bosco di donarle una figlia…

Ci vollero sette anni di paziente lavoro e alla fine della settima estate, la donna spaccò i rami e il tronco della sua amata pianta, piangendo e tremando per il dolore che le procurava. Ma ecco che, al centro del tronco spaccato, intravide una bambina appena nata che subito raccolse e abbracciò. Un giorno, però, il bosco risuonò di grida di guerra: era il rumore dei colpi d’ascia degli uomini che cominciarono ad abbattere i boschi e a distruggere le foreste senza pietà. Le belle abitanti degli alberi, delle rocce, dei fiumi e tutto il popolo del bosco, cominciarono a fuggire disperati, cercando altri alberi, altre rocce, altri fiumi dove poter continuare a vivere. Ma gli uomini ingrati ed avidi continuavano a distruggere i nostri boschi. L’avidità è il più grosso errore degli uomini; le cose andrebbero molto meglio se loro non cercassero di arraffarsi tutti i doni della natura, senza rispetto e senza mai lasciare nulla in ringraziamento a chi gli offre i suoi benefici con generosità. E così, di ramo in ramo, di albero in albero, eccomi qua; almeno qui Madre Natura viene amata e protetta; vorrei che anche voi, piccoli mortali diventaste amanti e protettori dei boschi e di tutto ciò che Madre Natura vi concede…”

Può capitare che entrando in un parco pubblico per una visita puramente didattica, ci si imbatta in strani esseri abitanti dei luoghi “verdi” disposti o meno a comunicare con noi svelandoci segreti o raccontandoci affascinanti storie, o dandoci consigli per superare eventuali difficoltà lungo il cammino.

Può essere che alcuni siano più dispettosi e indisponenti, altri più disposti ad aiutarci e diventare nostri amici.

Chissà se anche lo scettico custode si arrenderà all’evidenza e arriverà a credere finalmente all’esistenza di questo “mondo parallelo” che abita i boschi, ma che sopravvive anche nei pochi spazi verdi della città.

Lo spettacolo tenderà a coinvolgere attivamente i bambini che potranno interagire con i vari personaggi ispirati alle favole, ai miti e alle leggende popolari legate al bosco.

 

 

Tecnica utilizzata: 

Teatro d’attore

I TEATRINI

IL POPOLO DEL BOSCO

uno spettacolo di Giovanna Facciolo

con Monica Costigliola, Renata Wrobel e Alessandro Esposito
maschere, figure e costumi Bruno Leone e Rosellina Leone

età consigliata: 3 – 10 anni

 

Lo spettacolo è inserito nella rassegna TEATRO DEI PICCOLI OPENAIR a cura di Le Nuvole/Casa del Contemporaneo – I Teatrini – Progetto Sonora e realizzata con il sostegno della Regione Campania e la collaborazione del Comune di Napoli e della direzione della Mostra d’Oltremare in scena nella pineta attrezzata del Teatro dei Piccoli dal 22 maggio. La manifestazione aderisce al progetto LA CAMPANIA E’.

A partire da un’ora prima dell’inizio spettacolo sono previste delle attività laboratoriali.

Tutta l’attività è svolta nel pieno rispetto delle norme anti-covid

  • ingresso € 7 a persona (per tutti dai 3 anni) 
  • prenotazione obbligatoria al 3270795871 – apertura biglietteria dalle ore 10

Come arrivare:
– con auto ingresso consigliato da Via Terracina n.197, Quick Parking
– ingresso pedonale viale Usodimare

Social:
FB/teatrodeipiccolinapoli