tutti gli spettacoli ed eventi

 

Nov
23
Sab
IL GATTO CON GLI STIVALI @ Teatro dei Piccoli
Nov [email protected]:00–12:00
IL GATTO CON GLI STIVALI @ Teatro dei Piccoli | Napoli | Campania | Italia

3/7  anni
> sabato 23 novembre 2019 ore 11 

“TI SUONO, TI CANTO E TI RACCONTO … “ piccolo teatro musicale (3-7 anni) con Adria Mortari, Rossella Massari, Massimiliano Foà e i musicisti del Sonora Chamber Ensemble  Eleonora Petretta (chitarra), Giuseppe Lettiero ( clarinetto e percussioni)

Pupazzi di Selvaggia Lucarelli  – Disegno luci di Riccardo Cominotto

Una nuova tipologia di proposta musical-teatrale rivolta a bimbi dai 3 agli 7 anni per questo anno incentrata su due celebri favole: CENERENTOLA e IL GATTO CON GLI STIVALI. Identiche le premesse di portare soprattutto al contatto diretto con la musica eseguita dal vivo e con il canto, ma con la novità di un primo approccio agli elementi essenziali del teatro musicale: la platea in cui si viene accolti come “luogo separato” dal palcoscenico, la magia della parola che narra, le luci ( della sala e del palcoscenico), piccoli elementi scenografici che aiutano la fantasia … E anche qui la possibilità per i più piccoli di ‘partecipare’ alla storia e alla musica con piccole azioni, suoni, interazioni verbali adeguatamente stimolate. Sarà così possibile farli accedere – secondo le loro capacità di ascolto maturate – al grande repertorio dei racconti e delle favole con il veicolo particolare delle bellissime melodie strumentali e vocali che gli saranno proposte ‘a contatto diretto’ dal Sonora Chamber Ensemble.

IL GATTO CON GLI STIVALI 

La storia la conoscono tutti: un gatto magico che imbroglia per raggiungere il suo scopo, il padrone del gatto che lo lascia fare perché sa che è a suo vantaggio….è giusto tutto questo? Possiamo prenderli come esempio di comportamento?? Che ne dite? Anche gli eroi negativi insegnano però qualcosa: a NON fare come loro.

La musica di antiche Villanella popolari napoletane accompagnerà le avventure dei nostri personaggi.

Piccolo teatro musicale per i più piccoli
Sonora Chamber Ensemble
50 minuti

richiedi il materiale di approfondimento, foto e video del concerto

Prenotazione obbligatoria al 331_831.39.93

Nov
24
Dom
CONCERTI IN PALCOSCENICO @ Teatro dei Piccoli
Nov [email protected]:00–12:00
CONCERTI IN PALCOSCENICO @ Teatro dei Piccoli | Napoli | Campania | Italia

da 0 anni
> domenica 24 novembre 2019 ore 11

Dalle ricerche scientifiche del musicologo Edwin E. GORDON ( Music Learning Theory ) sappiamo che è fondamentale ascoltare musica di qualità durante i primi anni di vita e che l’ascolto fatto in età precoce permette di sviluppare l’attitudine musicale e con essa la capacità e il piacere crescente di ascoltare generi musicali diversi.

CONCERTI IN PALCOSCENICO propone nella cornice specialissima di un concerto vissuto ‘  sul palco ’ ascolti variegati tratti dal repertorio classico e jazz per bambini da 0 a 5 anni e per i loro genitori. I musicisti dell’Ensemble SONORA – pianoforte, percussione, strumenti a fiato e ad arco, cantanti con UN PROGRAMMA DIVERSO AD OGNI CONCERTO – circonderanno il pubblico proponendo con i loro brani un insieme di stimoli musicali molto vari e quindi utili allo sviluppo della musicalità dei più piccoli. E forniranno ai ‘grandi’ che li accompagnano (genitori ed insegnanti) l’occasione di imparare brani ed attività da riproporre a casa o a scuola.

Imparare può voler dire immergersi in una situazione dall’interazione con la quale si uscirà diversi. Ed è proprio in questo modo,‘immergendo’ i più piccoli nel suono e nella musica con una modalità di ascolto tutta dedicata alle loro esigenze e possibilità (libertà di movimento, presenza dei loro genitori e/o insegnanti, una seduta ‘informale su cuscini e tappeti, una musica di qualità con tanti brani di breve durata) che riteniamo si possa sviluppare nei bimbi più piccoli la sensibilità e l’amore per la musica. Senza confini di generi, tutta la musica del mondo!

 

T.d.Piccoli_prenotazione OBBLIGATORIA al 331_831.39.93

Nov
25
Lun
IL GATTO CON GLI STIVALI @ Teatro dei Piccoli
Nov [email protected]:00–12:00
IL GATTO CON GLI STIVALI @ Teatro dei Piccoli | Napoli | Campania | Italia

3/7  anni
> lunedì 25 novembre 2019 ore 10 e 11 

“TI SUONO, TI CANTO E TI RACCONTO … “ piccolo teatro musicale (3-7 anni) con Adria Mortari, Rossella Massari, Massimiliano Foà e i musicisti del Sonora Chamber Ensemble  Eleonora Petretta (chitarra), Giuseppe Lettiero ( clarinetto e percussioni)

Pupazzi di Selvaggia Lucarelli  – Disegno luci di Riccardo Cominotto

Una nuova tipologia di proposta musical-teatrale rivolta a bimbi dai 3 agli 7 anni per questo anno incentrata su due celebri favole: CENERENTOLA e IL GATTO CON GLI STIVALI. Identiche le premesse di portare soprattutto al contatto diretto con la musica eseguita dal vivo e con il canto, ma con la novità di un primo approccio agli elementi essenziali del teatro musicale: la platea in cui si viene accolti come “luogo separato” dal palcoscenico, la magia della parola che narra, le luci ( della sala e del palcoscenico), piccoli elementi scenografici che aiutano la fantasia … E anche qui la possibilità per i più piccoli di ‘partecipare’ alla storia e alla musica con piccole azioni, suoni, interazioni verbali adeguatamente stimolate. Sarà così possibile farli accedere – secondo le loro capacità di ascolto maturate – al grande repertorio dei racconti e delle favole con il veicolo particolare delle bellissime melodie strumentali e vocali che gli saranno proposte ‘a contatto diretto’ dal Sonora Chamber Ensemble.

IL GATTO CON GLI STIVALI 

La storia la conoscono tutti: un gatto magico che imbroglia per raggiungere il suo scopo, il padrone del gatto che lo lascia fare perché sa che è a suo vantaggio….è giusto tutto questo? Possiamo prenderli come esempio di comportamento?? Che ne dite? Anche gli eroi negativi insegnano però qualcosa: a NON fare come loro.

La musica di antiche Villanella popolari napoletane accompagnerà le avventure dei nostri personaggi.

Piccolo teatro musicale per i più piccoli
Sonora Chamber Ensemble
50 minuti

richiedi il materiale di approfondimento, foto e video del concerto

Download Modulo di prenotazione

Nov
26
Mar
LE FIABE DANZATE il Balletto di Napoli di Mara Fusco @ Teatro dei Piccoli
invia un messaggio whatsapp

>per tutti

>martedì 26, mercoledì 27 e giovedì 28 novembre, ore 10

  

Liberamente ispirato alle fiabe più celebri del repertorio letterario, questo spettacolo creato ed ideato da Mara Fusco con il rinnovato impegno di offrire anche ai giovani prossimi alla professione, attraverso l’esperienza acquisita al fianco di professionisti, un indispensabile e proficuo lavoro di scena, vuole accompagnarci nell’universo mondo dell’infanzia interpretando ed esprimendo ciò che avviene nella fantasia di un bambino.

Nel sogno quasi sempre si creano immagini oniriche e poetiche che trasformano con la fantasia la realtà laddove un bosco è fatto di alberi viventi che ballando e recitando, incoraggiano e proteggono Cappuccetto rosso dalle grinfie del lupo; oppure, come nei famosi film Disneyani, i topolini sono simili ad esseri umani che difendono Cenerentola dalle cattiverie della matrigna e delle sorellastre e, trasformando il suo vestito di cenci in uno splendido abito da festa, la conducono felice al ballo.

Una trasposizione in chiave più moderna rievoca le fate della Bella Addormentata, quella buona e quella cattiva, trasformandole in Morgana e Malefica ovvero figure che rappresentano il bene e il male, dove alla fine di una battaglia violenta ed aggressiva è sempre il bene a vincere sul male, permettendo al Principe di svegliare dal lungo sonno la sua adorata Principessa.

Quasi ad interrompere il sogno di tanto in tanto, non mancano tra le fiabe interventi di celebri maschere della commedia dell’arte e la presenza di un Pulcinella adulto che  caduto quasi per caso nelle diverse favole, le segue commentandole senza rinunciare mai alla ricerca di se stesso quando era bambino.

La realizzazione che vede la partecipazione della danza, della mimica e della prosa con l’utilizzazione di musiche che non appartengono al repertorio ballettistico ottocentesco, rende lo spettacolo non solo adatto ad un pubblico fatto di bimbi ma anche e sopratutto di adulti che non hanno mai smarrito il bambino che è in loro!

Tecnica utilizzata: 

Spettacolo di danza

 

BALLETTO DI NAPOLI Compagnia Regionale di Danza

LE FIABE DANZATE Il sogno infinito

Con la partecipazione straordinaria degli allievi del Lyceum Mara Fusco

Coreografia Mara Fusco e Laura Perez

 

modulo_prenotazione_i teatrini

scarica tutte le schede_La Scena Sensibile 2019 20

scarica la brochure

Dic
1
Dom
CIPI’ da Mario Lodi, piccolo piccolissimo, grande grandissimo @ Teatro dei Piccoli
Dic [email protected]:00–12:30
invia un messaggio whatsapp

>dai 3 anni

> domenica 1 dicembre 2019, ore 11

> lunedì 2 dicembre 2019, ore 10.00

   

Un uccellino, “Cipì” nasce sotto i tetti, affronta le difficoltà della natura, della città, la paura degli animali più grandi, conoscerà la prigionia, la fame e scoprirà la libertà in un mondo che va tutto capito e conquistato. Un mondo dove il vento, il sole, il temporale sono grandi forze attraverso le quali si giunge ad essere coraggiosi vincendo ogni prova. Poi ci sono gli altri, i simili, con i quali salire fino alle nuvole, per diventare sempre più uniti per abbracciarsi e per amarsi, e stare fermi a guardare due stelle scese dal cielo che raccontano della notte incantevole.

La storia, scritta dai ragazzi e dal loro maestro, descrive gli avvenimenti scoperti nella natura, dove emergono esperienze che vivono parallelamente a quelle dei bambini. In questo processo di identificazione si scopre un po’ della vita e lo si fa anche con il teatro. Lo spettacolo si costruisce intorno a due attori-narratori che giocano con piccoli elementi di luce, pupazzi, diapositive, oggetti ingranditi dalle ombre, trasformando così lo spazio del racconto in un grande luogo immaginario. “Cipì” e stato  scritto da un maestro – scrittore speciale: Mario Lodi, insieme ai suoi alunni, è uno dei classici della letteratura per l’infanzia italiana, una sensibilità nuova a misura dei bambini, per costruire una visione diversa del mondo.

Tecnica utilizzata: 
Teatro di figura e d’attore

   

TEATRO DEI COLORI (Avezzano)

“PICCOLO PICCOLISSIMO, GRANDE GRANDISSIMO”

da “Cipì” di Mario Lodi
testo, spazio, regia: Gabriele Ciaccia
Collaborazione alla drammaturgia: Valentina Ciaccia
Interpreti : Andrea Tufo, Valentina Franciosi
Immagini: Giuseppe Pantaleo
Figure: Bartolomeo Giusti
in collaborazione con Associazione Pietraluna

modulo_prenotazione_i teatrini

scarica tutte le schede_La Scena Sensibile 2019 20

scarica la brochure

Dic
2
Lun
CIPI’ da Mario Lodi, piccolo piccolissimo, grande grandissimo @ Teatro dei Piccoli
Dic [email protected]:00–11:00
invia un messaggio whatsapp

>dai 3 anni

> domenica 1 dicembre 2019, ore 11

> lunedì 2 dicembre 2019, ore 10.00

   

Un uccellino, “Cipì” nasce sotto i tetti, affronta le difficoltà della natura, della città, la paura degli animali più grandi, conoscerà la prigionia, la fame e scoprirà la libertà in un mondo che va tutto capito e conquistato. Un mondo dove il vento, il sole, il temporale sono grandi forze attraverso le quali si giunge ad essere coraggiosi vincendo ogni prova. Poi ci sono gli altri, i simili, con i quali salire fino alle nuvole, per diventare sempre più uniti per abbracciarsi e per amarsi, e stare fermi a guardare due stelle scese dal cielo che raccontano della notte incantevole.

La storia, scritta dai ragazzi e dal loro maestro, descrive gli avvenimenti scoperti nella natura, dove emergono esperienze che vivono parallelamente a quelle dei bambini. In questo processo di identificazione si scopre un po’ della vita e lo si fa anche con il teatro. Lo spettacolo si costruisce intorno a due attori-narratori che giocano con piccoli elementi di luce, pupazzi, diapositive, oggetti ingranditi dalle ombre, trasformando così lo spazio del racconto in un grande luogo immaginario. “Cipì” e stato  scritto da un maestro – scrittore speciale: Mario Lodi, insieme ai suoi alunni, è uno dei classici della letteratura per l’infanzia italiana, una sensibilità nuova a misura dei bambini, per costruire una visione diversa del mondo.

Tecnica utilizzata: 
Teatro di figura e d’attore

   

TEATRO DEI COLORI (Avezzano)

“PICCOLO PICCOLISSIMO, GRANDE GRANDISSIMO”

da “Cipì” di Mario Lodi
testo, spazio, regia: Gabriele Ciaccia
Collaborazione alla drammaturgia: Valentina Ciaccia
Interpreti : Andrea Tufo, Valentina Franciosi
Immagini: Giuseppe Pantaleo
Figure: Bartolomeo Giusti
in collaborazione con Associazione Pietraluna

modulo_prenotazione_i teatrini

scarica tutte le schede_La Scena Sensibile 2019 20

scarica la brochure

Dic
4
Mer
Cenerentola Across the Universe @ Teatro dei Piccoli
Dic [email protected]:30–11:30

dai 9 anni

>al Teatro dei Piccoli (Napoli)

  • per la scuola: mercoledì 4 dicembre 2019 ore 9.30 e 11.30

La protagonista della storia, una ragazza interrotta dalla presenza di una madre “troppo buona”, ci racconta della bontà che diventa identica alla cattiveria quando presume di sapere ciò che è giusto o sbagliato, quando non riesce a lasciare spazio per vivere.

Ripercorrendo i passi di Cenerentola, incontrando i personaggi della storia che si animano nella sua stanza e che prendono sostanza, forma e colore dalla tappezzeria delle pareti e dagli oggetti di uso quotidiano, la protagonista gioca, sogna e modifica la sua vita. La fiaba suggerisce una via di uscita: quale che sia il contesto difficile che si vive, il domani, si può essere certi, porta sorprese. Ed è per questo che vale la pena tentare, sognare, per incontrare i mille fatti del caso e della realtà.
Il tema centrale dello spettacolo è la complessa trama delle relazioni parentali tra madre e figlia, e di rapporti tra donne, che dovranno scegliere di essere madri o matrigne, sorelle o sorellastre. Certamente questo schema di relazioni va oltre il genere maschile e femminile in quanto investe il rapporto genitore-figlio/adulto-minore e qualsiasi relazione educativa.

“Avete mai confuso il sogno con la vita?
O nascosto qualcosa come un ladruncolo qualsiasi?
Vi siete mai sentiti impauriti come davanti ad una strega?
O creduto che i vostri oggetti come per magia si muovessero e invece erano fermi?
Forse aveva ragione mia madre. Forse sognavo e basta. Forse erano gli anni 80. O magari ero o mi sentivo una CENERENTOLA.”

teatro d’attore, danza contemporanea
50 minuti
una produzione Tra il dire e il fare; regia, scene, luci Michelangelo Campanale

info e prenotazioni
prenotazione obbligatoria con modulo prenotazione_spettacolo_19_20 previo appuntamento telefonico
ufficio teatro le nuvole 0812395653 – 0812397299 [email protected] (feriali 9/17)

biglietti
€7 – ingresso gratuito ai docenti accompagnatori (prenotazione obbligatoria)
abbonamento scuola €18 (con ingresso a tre spettacoli)

 scarica il materiale leNuvole Young2019_20

 

Dic
8
Dom
IL GATTO CON GLI STIVALI del Teatro Verde @ Teatro dei Piccoli
Dic [email protected]:00–12:30
invia un messaggio whatsapp

   >dai 3 anni

> domenica 8 dicembre 2019, ore 11

> lunedì 9 dicembre 2019, ore 10.00

 

Può un semplice gatto, con l’astuzia ed un paio di stivali diventare ricco e famoso?
può un semplice gatto, con il coraggio e un paio di stivali, sconfiggere un potente orco?
Può un semplice gatto, con la fantasia e il solito paio di stivali, fare innamorare una principessa di un povero mugnaio? Certo, che può!
Ma l’astuzia, il coraggio, la fantasia (e il paio di stivali) nulla possono senza l’aiuto dei bambini del pubblico.
Il Gatto con gli Stivali è la favola delle apparenze.
Una favola in cui si denuncia, sorridendo, l’ipocrisia dei rapporti umani.
Una favola che ci dice che è vero solo ciò che sembra… come a teatro, ma che alla fine la verità vien sempre a galla… come a teatro. E allora la sfida è quella di raccontare una favola classica senza cambiare una virgola, ma stupendovi – e stupendoci – con una messa in scena piena di sorprese.
Due facchini impegnati in un improbabile trasloco, durante la pausa pranzo, si lasciano prendere dal racconto della celebre favola costruendo le scene davanti agli occhi del pubblico, montando scatole, aprendo scatoloni, giocando con buste, cartoni, cappelliere, pacchi e pacchetti.
Ogni scatola che si apre contiene un mondo colorato e sorprendente e i due facchini diventano gli attori di una rutilante messa in scena: un carosello di personaggi e burattini, di musica e canzoni, di risate e avventure, in un ritmo crescente ed entusiasmante.
Per poi, alla fine della favola, ritornare due semplici facchini, stupiti e increduli di quanto hanno creato, tra scatole, pacchi e scatolette.

 

Tecnica utilizzata: 
Teatro d’attore, pupazzi e oggetti

TEATRO VERDE (Roma)

“IL GATTO CON GLI STIVALI”

di Roberto Marafante – regia Emanuela La Torre

con: Giovanni Bussi e Andrea Calabretta, Antonella Crocicchia
audio e luci: Enrico Biciocchi
musiche originali: Marco Schiavoni
scenografia, costumi e burattini: Paolo Marabotto
realizzazione: Paola Tosti, Amedeo De Amicis, Sofia Colli
foto: Serena Eller

modulo_prenotazione_i teatrini

scarica tutte le schede_La Scena Sensibile 2019 20

scarica la brochure

Dic
9
Lun
IL GATTO CON GLI STIVALI del Teatro Verde @ Teatro dei Piccoli
Dic [email protected]:00–11:30
invia un messaggio whatsapp

   >dai 3 anni

> domenica 8 dicembre 2019, ore 11

> lunedì 9 dicembre 2019, ore 10.00

 

Può un semplice gatto, con l’astuzia ed un paio di stivali diventare ricco e famoso?
può un semplice gatto, con il coraggio e un paio di stivali, sconfiggere un potente orco?
Può un semplice gatto, con la fantasia e il solito paio di stivali, fare innamorare una principessa di un povero mugnaio? Certo, che può!
Ma l’astuzia, il coraggio, la fantasia (e il paio di stivali) nulla possono senza l’aiuto dei bambini del pubblico.
Il Gatto con gli Stivali è la favola delle apparenze.
Una favola in cui si denuncia, sorridendo, l’ipocrisia dei rapporti umani.
Una favola che ci dice che è vero solo ciò che sembra… come a teatro, ma che alla fine la verità vien sempre a galla… come a teatro. E allora la sfida è quella di raccontare una favola classica senza cambiare una virgola, ma stupendovi – e stupendoci – con una messa in scena piena di sorprese.
Due facchini impegnati in un improbabile trasloco, durante la pausa pranzo, si lasciano prendere dal racconto della celebre favola costruendo le scene davanti agli occhi del pubblico, montando scatole, aprendo scatoloni, giocando con buste, cartoni, cappelliere, pacchi e pacchetti.
Ogni scatola che si apre contiene un mondo colorato e sorprendente e i due facchini diventano gli attori di una rutilante messa in scena: un carosello di personaggi e burattini, di musica e canzoni, di risate e avventure, in un ritmo crescente ed entusiasmante.
Per poi, alla fine della favola, ritornare due semplici facchini, stupiti e increduli di quanto hanno creato, tra scatole, pacchi e scatolette.

 

Tecnica utilizzata: 
Teatro d’attore, pupazzi e oggetti

TEATRO VERDE (Roma)

“IL GATTO CON GLI STIVALI”

di Roberto Marafante – regia Emanuela La Torre

con: Giovanni Bussi e Andrea Calabretta, Antonella Crocicchia
audio e luci: Enrico Biciocchi
musiche originali: Marco Schiavoni
scenografia, costumi e burattini: Paolo Marabotto
realizzazione: Paola Tosti, Amedeo De Amicis, Sofia Colli
foto: Serena Eller

modulo_prenotazione_i teatrini

scarica tutte le schede_La Scena Sensibile 2019 20

scarica la brochure

Dic
11
Mer
LA BELLA ADDORMENTATA @ Teatro dei Piccoli
Dic [email protected]:00–12:00
LA BELLA ADDORMENTATA @ Teatro dei Piccoli | Napoli | Campania | Italia

3/7  anni
> mercoledì 11 dicembre 2019 ore 10 e 11 

“TI SUONO, TI CANTO E TI RACCONTO … “ piccolo teatro musicale (3-7 anni) con Adria Mortari, Rossella Massari, Massimiliano Foà e i musicisti del Sonora Chamber Ensemble  

musiche originali di P.I Ciaikovski e Nicolaj Rimskij-Korsakov – adattamenti musicali e musiche originali di Antonio Somma  – Disegno luci di Riccardo Cominotto – tecnica, luci e fonica Simone De Pasquale

Una nuova tipologia di proposta musical-teatrale rivolta a bimbi dai 3 agli 7 anni per questo anno incentrata su tre celebri favole: LA BELLA ADDORMENTATA, CENERENTOLA e IL GATTO CON GLI STIVALI. Identiche le premesse di portare soprattutto al contatto diretto con la musica eseguita dal vivo e con il canto, ma con la novità di un primo approccio agli elementi essenziali del teatro musicale: la platea in cui si viene accolti come “luogo separato” dal palcoscenico, la magia della parola che narra, le luci ( della sala e del palcoscenico), piccoli elementi scenografici che aiutano la fantasia … E anche qui la possibilità per i più piccoli di ‘partecipare’ alla storia e alla musica con piccole azioni, suoni, interazioni verbali adeguatamente stimolate. Sarà così possibile farli accedere – secondo le loro capacità di ascolto maturate – al grande repertorio dei racconti e delle favole con il veicolo particolare delle bellissime melodie strumentali e vocali che gli saranno proposte ‘a contatto diretto’ dal Sonora Chamber Ensemble.

LA BELLA ADDORMENTATA

La nostra FAVOLA MUSICALE “La Bella addormentata” è basata sulle avventurose vicende della fiaba di Rosaspina, una delle molte varianti della tradizionale fiaba, con la caratteristica significativa di avere lo sviluppo della storia intessuta delle bellissime composizioni di celebri autori che ne hanno narrato la vicenda con la musica e con la danza. La favola sarà raccontata, recitata e cantata da tre attori che in alcuni momenti scenici coinvolgeranno anche i bimbi che potranno così sentirsi protagonisti, immersi oltre che nella storia anche nella musica che li circonda. Infatti i musicisti presenti in palcoscenico saranno parte integrante della vicenda e contribuiranno con l’esecuzione di famosi brani di Ciaikovski o Rimsky-Korsakov a rendere vive le emozioni e evidenti i vari avvenimenti della storia che racconteremo.

Piccolo teatro musicale per i più piccoli
Sonora Chamber Ensemble
50 minuti

richiedi il materiale di approfondimento, foto e video del concerto

Download Modulo di prenotazione

Dic
14
Sab
LA BELLA ADDORMENTATA @ Teatro dei Piccoli
Dic [email protected]:00–13:00
LA BELLA ADDORMENTATA @ Teatro dei Piccoli | Napoli | Campania | Italia

3/7  anni
> sabato 14 dicembre 2019 ore 11 

“TI SUONO, TI CANTO E TI RACCONTO … “ piccolo teatro musicale (3-7 anni) con Adria Mortari, Rossella Massari, Massimiliano Foà e i musicisti del Sonora Chamber Ensemble  

musiche originali di P.I Ciaikovski e Nicolaj Rimskij-Korsakov – adattamenti musicali e musiche originali di Antonio Somma  – Disegno luci di Riccardo Cominotto – tecnica, luci e fonica Simone De Pasquale

Una nuova tipologia di proposta musical-teatrale rivolta a bimbi dai 3 agli 7 anni per questo anno incentrata su tre celebri favole: LA BELLA ADDORMENTATA, CENERENTOLA e IL GATTO CON GLI STIVALI. Identiche le premesse di portare soprattutto al contatto diretto con la musica eseguita dal vivo e con il canto, ma con la novità di un primo approccio agli elementi essenziali del teatro musicale: la platea in cui si viene accolti come “luogo separato” dal palcoscenico, la magia della parola che narra, le luci ( della sala e del palcoscenico), piccoli elementi scenografici che aiutano la fantasia … E anche qui la possibilità per i più piccoli di ‘partecipare’ alla storia e alla musica con piccole azioni, suoni, interazioni verbali adeguatamente stimolate. Sarà così possibile farli accedere – secondo le loro capacità di ascolto maturate – al grande repertorio dei racconti e delle favole con il veicolo particolare delle bellissime melodie strumentali e vocali che gli saranno proposte ‘a contatto diretto’ dal Sonora Chamber Ensemble.

LA BELLA ADDORMENTATA

La nostra FAVOLA MUSICALE “La Bella addormentata” è basata sulle avventurose vicende della fiaba di Rosaspina, una delle molte varianti della tradizionale fiaba, con la caratteristica significativa di avere lo sviluppo della storia intessuta delle bellissime composizioni di celebri autori che ne hanno narrato la vicenda con la musica e con la danza. La favola sarà raccontata, recitata e cantata da tre attori che in alcuni momenti scenici coinvolgeranno anche i bimbi che potranno così sentirsi protagonisti, immersi oltre che nella storia anche nella musica che li circonda. Infatti i musicisti presenti in palcoscenico saranno parte integrante della vicenda e contribuiranno con l’esecuzione di famosi brani di Ciaikovski o Rimsky-Korsakov a rendere vive le emozioni e evidenti i vari avvenimenti della storia che racconteremo.

Piccolo teatro musicale per i più piccoli
Sonora Chamber Ensemble
50 minuti

richiedi il materiale di approfondimento, foto e video del concerto

 

Dic
15
Dom
CONCERTI IN PALCOSCENICO @ Teatro dei Piccoli
Dic [email protected]:00–12:00
CONCERTI IN PALCOSCENICO @ Teatro dei Piccoli | Napoli | Campania | Italia

da 0 anni
> domenica 15 dicembre 2019 ore 11

Dalle ricerche scientifiche del musicologo Edwin E. GORDON ( Music Learning Theory ) sappiamo che è fondamentale ascoltare musica di qualità durante i primi anni di vita e che l’ascolto fatto in età precoce permette di sviluppare l’attitudine musicale e con essa la capacità e il piacere crescente di ascoltare generi musicali diversi.

CONCERTI IN PALCOSCENICO propone nella cornice specialissima di un concerto vissuto ‘  sul palco ’ ascolti variegati tratti dal repertorio classico e jazz per bambini da 0 a 5 anni e per i loro genitori. I musicisti dell’Ensemble SONORA – pianoforte, percussione, strumenti a fiato e ad arco, cantanti con UN PROGRAMMA DIVERSO AD OGNI CONCERTO – circonderanno il pubblico proponendo con i loro brani un insieme di stimoli musicali molto vari e quindi utili allo sviluppo della musicalità dei più piccoli. E forniranno ai ‘grandi’ che li accompagnano (genitori ed insegnanti) l’occasione di imparare brani ed attività da riproporre a casa o a scuola.

Imparare può voler dire immergersi in una situazione dall’interazione con la quale si uscirà diversi. Ed è proprio in questo modo,‘immergendo’ i più piccoli nel suono e nella musica con una modalità di ascolto tutta dedicata alle loro esigenze e possibilità (libertà di movimento, presenza dei loro genitori e/o insegnanti, una seduta ‘informale su cuscini e tappeti, una musica di qualità con tanti brani di breve durata) che riteniamo si possa sviluppare nei bimbi più piccoli la sensibilità e l’amore per la musica. Senza confini di generi, tutta la musica del mondo!

 

T.d.Piccoli_prenotazione OBBLIGATORIA al 331_831.39.93

Dic
16
Lun
LA BELLA ADDORMENTATA @ Teatro dei Piccoli
Dic [email protected]:00–12:00
LA BELLA ADDORMENTATA @ Teatro dei Piccoli | Napoli | Campania | Italia

3/7  anni
> lunedì 16 dicembre 2019 ore 10 e 11 

“TI SUONO, TI CANTO E TI RACCONTO … “ piccolo teatro musicale (3-7 anni) con Adria Mortari, Rossella Massari, Massimiliano Foà e i musicisti del Sonora Chamber Ensemble  

musiche originali di P.I Ciaikovski e Nicolaj Rimskij-Korsakov – adattamenti musicali e musiche originali di Antonio Somma  – Disegno luci di Riccardo Cominotto – tecnica, luci e fonica Simone De Pasquale

Una nuova tipologia di proposta musical-teatrale rivolta a bimbi dai 3 agli 7 anni per questo anno incentrata su tre celebri favole: LA BELLA ADDORMENTATA, CENERENTOLA e IL GATTO CON GLI STIVALI. Identiche le premesse di portare soprattutto al contatto diretto con la musica eseguita dal vivo e con il canto, ma con la novità di un primo approccio agli elementi essenziali del teatro musicale: la platea in cui si viene accolti come “luogo separato” dal palcoscenico, la magia della parola che narra, le luci ( della sala e del palcoscenico), piccoli elementi scenografici che aiutano la fantasia … E anche qui la possibilità per i più piccoli di ‘partecipare’ alla storia e alla musica con piccole azioni, suoni, interazioni verbali adeguatamente stimolate. Sarà così possibile farli accedere – secondo le loro capacità di ascolto maturate – al grande repertorio dei racconti e delle favole con il veicolo particolare delle bellissime melodie strumentali e vocali che gli saranno proposte ‘a contatto diretto’ dal Sonora Chamber Ensemble.

LA BELLA ADDORMENTATA

La nostra FAVOLA MUSICALE “La Bella addormentata” è basata sulle avventurose vicende della fiaba di Rosaspina, una delle molte varianti della tradizionale fiaba, con la caratteristica significativa di avere lo sviluppo della storia intessuta delle bellissime composizioni di celebri autori che ne hanno narrato la vicenda con la musica e con la danza. La favola sarà raccontata, recitata e cantata da tre attori che in alcuni momenti scenici coinvolgeranno anche i bimbi che potranno così sentirsi protagonisti, immersi oltre che nella storia anche nella musica che li circonda. Infatti i musicisti presenti in palcoscenico saranno parte integrante della vicenda e contribuiranno con l’esecuzione di famosi brani di Ciaikovski o Rimsky-Korsakov a rendere vive le emozioni e evidenti i vari avvenimenti della storia che racconteremo.

Piccolo teatro musicale per i più piccoli
Sonora Chamber Ensemble
50 minuti

richiedi il materiale di approfondimento, foto e video del concerto

Download Modulo di prenotazione

Dic
18
Mer
Un Babbo a Natale @ Teatro dei Piccoli

dai 3 anni

>al Teatro dei Piccoli (Napoli)

  • per la scuola: mercoledì 18, giovedì 19, venerdì 20 dicembre 2019 ore 9.30 e 11.30;
  • per il tempo libero: domenica 22 dicembre 2019 ore 11

La vera storia di Babbo Natale per finta… Tutti possono diventare Babbo Natale: basta riconoscere la magia dell’infanzia e averne cura!

A Natale le magie accadano davvero e a volte trasformano la vita per sempre. È ciò che accade a Roberto, il protagonista della nostra storia, un ragazzo solitario che non si fida di nessuno, che odia il mondo intero e che si troverà a dover superare una prova che rivoluzionerà la sua vita e lo cambierà per sempre, proprio il giorno di Natale!

Roberto odia più di tutto il Natale: regali, luci, famiglie che si riuniscono… Ma essendo senza lavoro, suo malgrado, finisce per “andare a fare il Babbo Natale” al centro commerciale della città. Inaspettatamente Roberto incontra una bambina che in questa confusione lo guarda in silenzio. Il tempo scorre veloce e arriva la fine della giornata. Roberto vorrebbe andarsene a casa il prima possibile, così si affretta a cercare i genitori della piccola, ma questi non si trovano. Intanto il centro chiude. Così il nostro protagonista sarà costretto a passare la sua Vigilia di Natale con la bambina. Questa notte si trasformerà in una notte magica per entrambi e Roberto diventerà un vero Babbo a Natale!

Uno spettacolo adatto a tutta la famiglia, una commedia divertente e romantica.
Una narrazione realizzata attraverso il teatro d’attore e di figura,
in cui la scenografia diventa storia e in cui potranno riconoscersi sia gli adulti che i bambini.

teatro d’attore, teatro di figura
50 minuti
una produzione ATGTP, regia Simone Guerro

info e prenotazioni
prenotazione obbligatoria con modulo prenotazione_spettacolo_19_20 previo appuntamento telefonico
ufficio teatro le nuvole 0812395653 – 0812397299 [email protected] (feriali 9/17)

biglietti
€7 – ingresso gratuito ai docenti accompagnatori (prenotazione obbligatoria)
abbonamento scuola €18 (con ingresso a tre spettacoli)

 scarica il materiale leNuvole Young2019_20

 

Dic
27
Ven
DREAM WITH DANCE lo spettacolo di Natale @ Teatro dei Piccoli
invia un messaggio whatsapp

 per tutti > LO SPETTACOLO PER LE FESTE DI NATALE

venerdì 27, sabato 28 dicembre 2019, ore 17,00

domenica 29 dicembre 2019, ore 11,00

“Dream with Dance” è il titolo che abbiamo voluto dare ad un progetto che si articolerà nell’arco di tre anni. Tre anni nei quali percorreremo gli aspetti più salienti della evoluzione della danza e dell’influenza che essa ha recepito dalle tradizioni popolari proiettandosi nella sua evoluzione verso le Corti e quindi nei Teatri.

Apre quest’anno il proprio ciclo di tematiche rendendo omaggio alla Spagna attraverso diverse rappresentazioni; da quelle classiche di “Lumbre de Vida” a quelle più specificamente popolari con “Luz Flamenca” e “Al Andaluz” nelle quali la musica dal vivo, lo stile di danza e la partecipazione di cantaores, ci riportano all’originale espressione del flamenco.

Lumbre de Vida

in collaborazione con l’Associazione “I Teatrini”

Questa composizione Coreografica è la rappresentazione di un’azione scenica mista di danza e di pantomima accompagnata dalla musica ed in taluni momenti dalla recitazione. Lo schema è precostituito di movimenti di base classica con cenni di classico-spagnolo. Nel grande finale, con la meravigliosa musica di De Falla tratta da “La Vida Breve”, la Compagnia si esprimerà alternando evoluzioni collettive in cui le danze raggiungeranno una vera e propria esplosione di gioia e sensualità.

 

Tecnica utilizzata: 

Spettacolo di danza

 

BALLETTO DI NAPOLI Compagnia Regionale di Danza

DREAM WITH DANCE

coreografie Mara Fusco – Laura Perez – Raffaella Caianiello

Musiche M.De Falla Granados – Albeniz e Arie Popolari andaluse

interpreti solisti Laura Perez, Leopoldo Guadagno, Michele Cicala, Martina Del Piano, Maria Cristina Forlani, Janira Barca, Vincenzo Parziale, Gianluca Cacciapuoti, Luca Squadritti

brani recitati da Giovanna di Vincenzo

regia Mara Fusco

con la partecipazione straordinaria a scopo di tirocinio teatrale degli allievi dei corsi superiori del Centro Regionale della Danza di Napoli

 

modulo_prenotazione_i teatrini

scarica tutte le schede_La Scena Sensibile 2019 20

scarica la brochure

 

Dic
29
Dom
DREAM WITH DANCE lo spettacolo di Natale @ Teatro dei Piccoli
Dic [email protected]:00–12:30
invia un messaggio whatsapp

   per tutti > LO SPETTACOLO PER LE FESTE DI NATALE

venerdì 27, sabato 28 dicembre 2019, ore 17,00

domenica 29 dicembre 2019, ore 11,00

“Dream with Dance” è il titolo che abbiamo voluto dare ad un progetto che si articolerà nell’arco di tre anni. Tre anni nei quali percorreremo gli aspetti più salienti della evoluzione della danza e dell’influenza che essa ha recepito dalle tradizioni popolari proiettandosi nella sua evoluzione verso le Corti e quindi nei Teatri.

Apre quest’anno il proprio ciclo di tematiche rendendo omaggio alla Spagna attraverso diverse rappresentazioni; da quelle classiche di “Lumbre de Vida” a quelle più specificamente popolari con “Luz Flamenca” e “Al Andaluz” nelle quali la musica dal vivo, lo stile di danza e la partecipazione di cantaores, ci riportano all’originale espressione del flamenco.

Lumbre de Vida

in collaborazione con l’Associazione “I Teatrini”

Questa composizione Coreografica è la rappresentazione di un’azione scenica mista di danza e di pantomima accompagnata dalla musica ed in taluni momenti dalla recitazione. Lo schema è precostituito di movimenti di base classica con cenni di classico-spagnolo. Nel grande finale, con la meravigliosa musica di De Falla tratta da “La Vida Breve”, la Compagnia si esprimerà alternando evoluzioni collettive in cui le danze raggiungeranno una vera e propria esplosione di gioia e sensualità.

 

Tecnica utilizzata: 

Spettacolo di danza

 

BALLETTO DI NAPOLI Compagnia Regionale di Danza

DREAM WITH DANCE

coreografie Mara Fusco – Laura Perez – Raffaella Caianiello

Musiche M.De Falla Granados – Albeniz e Arie Popolari andaluse

interpreti solisti Laura Perez, Leopoldo Guadagno, Michele Cicala, Martina Del Piano, Maria Cristina Forlani, Janira Barca, Vincenzo Parziale, Gianluca Cacciapuoti, Luca Squadritti

brani recitati da Giovanna di Vincenzo

regia Mara Fusco

con la partecipazione straordinaria a scopo di tirocinio teatrale degli allievi dei corsi superiori del Centro Regionale della Danza di Napoli

 

modulo_prenotazione_i teatrini

scarica tutte le schede_La Scena Sensibile 2019 20

scarica la brochure

 

Gen
6
Lun
BIANCA, NEVE E I TRE SETTENANI lo spettacolo della Befana @ Teatro dei Piccoli
Gen [email protected]:00–12:30
invia un messaggio whatsapp

  >dai 4 anni LO SPETTACOLO DELLA BEFANA

lunedì 6 gennaio 2020, ore 11,00

     

“Specchio, specchio delle mie brame, chi è la più bella del reame?”

Biancaneve dei Fratelli Grimm, forse la fiaba più conosciuta al mondo, narra le peripezie di una ragazza vittima di una regina, madre/matrigna, invidiosa della sua bellezza, che, accecata dalla sua vanità, per non avere rivali, ordina a un sicario di ucciderla. Questi però, nel momento cruciale si commuove e le salva la vita; Biancaneve allora è costretta a fuggire e trova rifugio nella casa di sette curiosi personaggi, sette nani che decidono di ospitarla e proteggerla. Ma la regina, non si dà per vinta e ricorre persino alla magia per mettere fine alla vita di questa figlia molto più bella di lei. Lo spettacolo propone una rilettura ironica e divertente, in un spazio scenico in continua trasformazione, che all’uopo diventa castello, bosco, antro oscuro, dove i personaggi dipanano la loro storia, una storia antica ma incredibilmente attuale, che racconta la crudele ferocia della vanità.

Nel castello di Lohr in Bassa Franconia, Bianca visita la splendida collezione di specchi, tra questi ce n’è uno quasi magico che ripete le parole di chi si specchia. La ragazza, incantata da tal prodigio, non si accorge della chiusura del museo e resta intrappolata all’interno dello stesso. Dopo la chiusura misteriosi personaggi faranno la loro comparsa e coinvolgeranno Bianca in un’avventura che ricorda tanto quella di Biancaneve che in quel castello, pare, sia nata.

Tecnica utilizzata: 

teatro d’attore

 

MUTAMENTI/Teatro Civico 14 (Caserta)

BIANCA, NEVE E I TRE SETTENANI

liberamente ispirato a “Biancaneve e i sette nani” dei fratelli Grimm
scritto e diretto da Roberto Solofria
con Roberto Solofria, Antimo Navarra, Vincenzo Bellaiuto, Martina Porfidia
scene Antonio Buonocore
costumi Alina Lombardi
musiche Paky Di Maio
luci Marco Ghidelli
illustrazioni Valentina Piscopo
testi canzoni Laura Bova e Roberto Solofria
organizzazione Napoleone Zavatto

modulo_prenotazione_i teatrini

scarica tutte le schede_La Scena Sensibile 2019 20

scarica la brochure

 

Gen
12
Dom
I MUSICANTI DI BREMA RACCONTANO @ Teatro dei Piccoli
Gen [email protected]:00–12:30
invia un messaggio whatsapp

>dai 3 anni

domenica 12 gennaio 2020, ore 11,00

     

Quattro animali in fuga contro i soprusi e le prepotenze degli umani ma poi la soluzione è: ‘l’unione fa la forza’. Metafora del presente con risvolti attualissimi, lo spettacolo, raccontato con tecniche miste e con musica dal vivo, riflette sulla fuga e sull’approdo, sull’amicizia e il sopruso con uno sguardo all’utopia di un luogo dove tutto si fa più giusto e libero.

Sono tante le domande che nascono dalla visione di questo spettacolo: è giusto liberarsi degli affetti quando diventano vecchi e non più ‘produttivi’? è giusto sognare un posto migliore dove poter vivere senza sentirsi schiavi ma semplicemente seguendo le proprie aspirazioni? La gattina poetessa Emily ed il gallo pittore Chagall riusciranno a raggiungere i loro amici a Brema o si accontenteranno della casa nel bosco?

Tecnica utilizzata: 

teatro d’attore

 

TEATRO BERTOLT BRECHT (Formia)

I MUSICANTI DI BREMA RACCONTANO

con Maurizio Stammati, Chiara Di Macco
adattamento di Pompeo Perrone
regia Maurizio Stammati
luci e audio Antonio Palmiero
costumi Dora Ricca
scenografie Marco Mastantuono

 

modulo_prenotazione_i teatrini

scarica tutte le schede_La Scena Sensibile 2019 20

scarica la brochure

 

Gen
17
Ven
Lulù @ Teatro dei Piccoli
Gen [email protected]:30–11:30

dai 3 anni

>al Teatro dei Piccoli (Napoli)

  • per la scuola: venerdì 17 gennaio 2020 ore 9.30 e 11.30;
  • per il tempo libero: sabato 18 gennaio 2020 ore 11

In questa storia ci sono tre fratelli nati in un mattino d’estate, dopo una notte piena di lucciole.
Il destino li separerà, conducendoli per tre strade diverse. Ma darà loro tre doni – intelligenza, istinto, cuore – sufficienti per cavarsela, diventare grandi e finalmente ritrovarsi, affrontando perfino uno Stregone che può farsi grande come una montagna. Quando la notte sarà più buia, arriveranno le lucciole ad indicare loro la strada.

E Lulù? Lulù è lo spirito del bosco. È tutto azzurro e blu, come il cielo, il mare e l’acqua della sorgente. Ha gli occhi rotondi, la pancia rotonda e il cuore grande. A Lulù piace: volare sopra al bosco, scavare gallerie, mangiare. Ma la cosa che sa fare meglio è far nascere le lucciole. Dalla sua pancia. Tutti sanno che esiste, ma pochissimi lo hanno visto. Per vederlo bisogna essere molto fortunati.
E voi, siete fortunati?

L’incanto e la meraviglia suscitati dalle straordinarie vicende dei tre piccoli protagonisti accompagnano gli spettatori, in un crescendo di curiosità e stupore, fino all’epilogo della storia, nel quale tutto si ricompone e l’attesa viene ampiamente ripagata da un arrivo sorprendente.

Un racconto sull’irrinunciabile valore dell’intelligenza, dell’istinto e della generosità, che ci incoraggia ad avere fiducia nelle nostre qualità.

teatro di narrazione e pupazzo
50 minuti
una produzione Momon, di e con Claudio Milani

info e prenotazioni
prenotazione obbligatoria con modulo prenotazione_spettacolo_19_20 previo appuntamento telefonico
ufficio teatro le nuvole 0812395653 – 0812397299 [email protected] (feriali 9/17)

biglietti
€7 – ingresso gratuito ai docenti accompagnatori (prenotazione obbligatoria)
abbonamento scuola €18 (con ingresso a tre spettacoli)

 scarica il materiale leNuvole Young2019_20

 

Gen
19
Dom
CONCERTI IN PALCOSCENICO @ Teatro dei Piccoli
Gen [email protected]:00–12:00
CONCERTI IN PALCOSCENICO @ Teatro dei Piccoli | Napoli | Campania | Italia

da 0 anni
> domenica 19 gennaio 2020 ore 11

Dalle ricerche scientifiche del musicologo Edwin E. GORDON ( Music Learning Theory ) sappiamo che è fondamentale ascoltare musica di qualità durante i primi anni di vita e che l’ascolto fatto in età precoce permette di sviluppare l’attitudine musicale e con essa la capacità e il piacere crescente di ascoltare generi musicali diversi.

CONCERTI IN PALCOSCENICO propone nella cornice specialissima di un concerto vissuto ‘  sul palco ’ ascolti variegati tratti dal repertorio classico e jazz per bambini da 0 a 5 anni e per i loro genitori. I musicisti dell’Ensemble SONORA – pianoforte, percussione, strumenti a fiato e ad arco, cantanti con UN PROGRAMMA DIVERSO AD OGNI CONCERTO – circonderanno il pubblico proponendo con i loro brani un insieme di stimoli musicali molto vari e quindi utili allo sviluppo della musicalità dei più piccoli. E forniranno ai ‘grandi’ che li accompagnano (genitori ed insegnanti) l’occasione di imparare brani ed attività da riproporre a casa o a scuola.

Imparare può voler dire immergersi in una situazione dall’interazione con la quale si uscirà diversi. Ed è proprio in questo modo,‘immergendo’ i più piccoli nel suono e nella musica con una modalità di ascolto tutta dedicata alle loro esigenze e possibilità (libertà di movimento, presenza dei loro genitori e/o insegnanti, una seduta ‘informale su cuscini e tappeti, una musica di qualità con tanti brani di breve durata) che riteniamo si possa sviluppare nei bimbi più piccoli la sensibilità e l’amore per la musica. Senza confini di generi, tutta la musica del mondo!

 

T.d.Piccoli_prenotazione OBBLIGATORIA al 331_831.39.93

Gen
20
Lun
CARISSIMO PINOCCHIO @ Teatro dei Piccoli
CARISSIMO PINOCCHIO @ Teatro dei Piccoli | Napoli | Campania | Italia

3/7  anni
> lunedì 20 e martedì 21 gennaio 2020 ore 10 e 11 

“TI SUONO, TI CANTO E TI RACCONTO … “ piccolo teatro musicale (3-7 anni) con Adria Mortari, Rossella Massari, Massimiliano Foà e i musicisti del Sonora Chamber Ensemble  

Testi ed adattamenti drammaturgici di Adria Mortari |Adattamenti musicali e musiche originali di Antonio Somma |tecnica, luci e fonica Simone De Pasquale

Una nuova tipologia di proposta musical-teatrale rivolta a bimbi dai 3 agli 7 anni per questo anno incentrata su tre celebri favole: IL GATTO CON GLI STIVALI, LA BELLA ADDORMENTATA,  e CARISSIMO PINOCCHIO. Identiche le premesse di portare soprattutto al contatto diretto con la musica eseguita dal vivo e con il canto, ma con la novità di un primo approccio agli elementi essenziali del teatro musicale: la platea in cui si viene accolti come “luogo separato” dal palcoscenico, la magia della parola che narra, le luci ( della sala e del palcoscenico), piccoli elementi scenografici che aiutano la fantasia … E anche qui la possibilità per i più piccoli di ‘partecipare’ alla storia e alla musica con piccole azioni, suoni, interazioni verbali adeguatamente stimolate. Sarà così possibile farli accedere – secondo le loro capacità di ascolto maturate – al grande repertorio dei racconti e delle favole con il veicolo particolare delle bellissime melodie strumentali e vocali che gli saranno proposte ‘a contatto diretto’ dal Sonora Chamber Ensemble.

CARISSIMO PINOCCHIO

“Babbo Geppetto, ma com’è successo tutto questo cambiamento? Io sono divenuto bambino, la nostra capanna è divenuta una bella casetta, tu non sei più ammalato. Io…io non capisco…”

Ecco, vogliamo capire insieme cosa è successo a Pinocchio ? Che succederà ora che è un bambino? E la Fata Turchina dov’è? Scopriamo insieme il resto della storia, sempre accompagnati da musica, canzoni e balli.

Piccolo teatro musicale per i più piccoli
Sonora Chamber Ensemble
50 minuti

richiedi il materiale di approfondimento, foto e video del concerto

Download Modulo di prenotazione

Gen
23
Gio
Terry @ Teatro dei Piccoli
Gen [email protected]:30–15:00

dai 11 anni

>al Teatro dei Piccoli (Napoli)

  • per la scuola: giovedì 23 gennaio 2020 ore 9.30 e 11.30

Il progetto Terry. nasce dalla volontà di affrontare il tema del bullismo, concentrandosi su alcune delle possibili cause più che sugli effetti, raccontando il punto di vista di chi bullizza e non di chi ne è vittima.
Se provassimo per un attimo a sospendere il giudizio nei confronti del bullismo e tentassimo di relazionarci con un ragazzo che ha fatto degli errori sulla pelle di un compagno di classe cosa ne verrebbe fuori? Cosa scopriremmo? Conoscere il punto di vista di un bullo può essere un buon modo per avvicinarci a un problema così vasto e articolato? Il bullismo è qualsiasi atteggiamento ripetuto nel tempo che causa disagio all’altro? Nasce e si alimenta solamente a scuola? Lo spettacolo proverà a indagare l’universo di un ragazzo con evidenti problemi di prevaricazione e di famiglia. Verrà raccontato un ragazzo con i suoi sogni, le sue paure, le sue domande e le sue debolezze. La relazione frequente con il pubblico farà di ogni replica uno spettacolo diverso.

Il bullismo è chiaramente qualcosa di sbagliato, un comportamento da condannare, difficile pensarla diversamente. Quando si ascolta la storia di una vittima di bullismo e le conseguenze, a volte estreme e non sempre rimediabili, a cui porta questo fenomeno, non si può non provare empatia, non commuoversi, non indignarsi.

Ma l’indignazione e la commozione, per quanto giuste, non sono sufficienti quando si vuole analizzare un fenomeno, cercare di conoscerlo, comprenderlo meglio. Cosa sappiamo del carnefice? Quello che per definizione interpreta il ruolo del bullo? Chi è il bullo? Come ce lo immaginiamo?

teatro d’attore e interazione con il pubblico
50 minuti
una produzione Teatro delle Briciole, di Davide Giordano

info e prenotazioni
prenotazione obbligatoria con modulo prenotazione_spettacolo_19_20 previo appuntamento telefonico
ufficio teatro le nuvole 0812395653 – 0812397299 [email protected] (feriali 9/17)

biglietti
€7 – ingresso gratuito ai docenti accompagnatori (prenotazione obbligatoria)
abbonamento scuola €18 (con ingresso a tre spettacoli)

 scarica il materiale leNuvole Young2019_20

 

Gen
24
Ven
CON LA LUNA PER MANO @ Teatro dei Piccoli
Gen [email protected]:00–11:30
invia un messaggio whatsapp

 >dai 3 anni

venerdì 24 gennaio 2020, ore 10,00

sabato 25 gennaio 2020, ore 11,00

E’ lo sguardo bambino con cui due personaggi teneri e stra-lunati si incontrano in uno spazio immaginario, dove una luna sfuggente e scherzosa si lascia afferrare come un palloncino per farsi amica e compagna di giochi.
E tra un cuscino e una coperta, attorno a un magico baule, i nostri due personaggi, si aspettano e si scoprono quasi in punta di piedi. Due solitudini che si cercano e si trovano, per volare lontano e, insieme nel gioco, inventarsi piccoli universi, poetici e divertenti dove fondersi, dividersi, confondersi, allungarsi, sdoppiarsi, trasformarsi, e diventare altro da sé e sé insieme all’altro.
Piccoli universi abitati da mani, piedi, ombrelli, cappelli, forme e colori di semplici oggetti rubati al quotidiano e re-inventati da insolite e divertite narrazioni.
E’ il luogo dell’amico immaginario con cui creare e disfare mondi possibili dove gioco e poesia si fanno immagine e il disegno diventa realtà.
La musica sostiene il movimento ed evoca l’emozione. La parola è come un suono che ogni tanto prende forma, scherza col gesto e poi scompare.
La relazione tra adulto e bambino è spesso al centro di un divenire buffo e poetico dove segni e significati si rincorrono e si trasformano.
E’ un piccolo universo immaginifico, che parte dalla centralità del corpo come terreno di creazione e di visionarietà, per rivolgersi a quel pubblico che a partire dai piccolissimi, ha ancora bisogno di guardare la luna e tenerla per mano.Tecnica utilizzata: 

teatro d’attore

     

I TEATRINI

CON LA LUNA PER MANO

con Ramona Carnevale e Marta Vedruccio

dal progetto di
Rosa Rongone e Ramona Carnevale
per “Il Teatro dell’Immaginario per le nuove generazioni Percorsi d’Arte a Piazza Forcella”

scene e oggetti di scena Monica Costigliola
luci Paco Summonte – suono Francesco Rispoli
collaborazione di Adele Amato de Serpis

elaborazione drammaturgica e regia
Giovanna Facciolo

modulo_prenotazione_i teatrini

scarica tutte le schede_La Scena Sensibile 2019 20

scarica la brochure

 

Gen
25
Sab
CON LA LUNA PER MANO @ Teatro dei Piccoli
Gen [email protected]:00–12:30
invia un messaggio whatsapp

 >dai 3 anni

venerdì 24 gennaio 2020, ore 10,00

sabato 25 gennaio 2020, ore 11,00

E’ lo sguardo bambino con cui due personaggi teneri e stra-lunati si incontrano in uno spazio immaginario, dove una luna sfuggente e scherzosa si lascia afferrare come un palloncino per farsi amica e compagna di giochi.
E tra un cuscino e una coperta, attorno a un magico baule, i nostri due personaggi, si aspettano e si scoprono quasi in punta di piedi. Due solitudini che si cercano e si trovano, per volare lontano e, insieme nel gioco, inventarsi piccoli universi, poetici e divertenti dove fondersi, dividersi, confondersi, allungarsi, sdoppiarsi, trasformarsi, e diventare altro da sé e sé insieme all’altro.
Piccoli universi abitati da mani, piedi, ombrelli, cappelli, forme e colori di semplici oggetti rubati al quotidiano e re-inventati da insolite e divertite narrazioni.
E’ il luogo dell’amico immaginario con cui creare e disfare mondi possibili dove gioco e poesia si fanno immagine e il disegno diventa realtà.
La musica sostiene il movimento ed evoca l’emozione. La parola è come un suono che ogni tanto prende forma, scherza col gesto e poi scompare.
La relazione tra adulto e bambino è spesso al centro di un divenire buffo e poetico dove segni e significati si rincorrono e si trasformano.
E’ un piccolo universo immaginifico, che parte dalla centralità del corpo come terreno di creazione e di visionarietà, per rivolgersi a quel pubblico che a partire dai piccolissimi, ha ancora bisogno di guardare la luna e tenerla per mano.

Tecnica utilizzata: 

teatro d’attore

     

I TEATRINI

CON LA LUNA PER MANO

con Ramona Carnevale e Marta Vedruccio

dal progetto di
Rosa Rongone e Ramona Carnevale
per “Il Teatro dell’Immaginario per le nuove generazioni Percorsi d’Arte a Piazza Forcella”

scene e oggetti di scena Monica Costigliola
luci Paco Summonte – suono Francesco Rispoli
collaborazione di Adele Amato de Serpis

elaborazione drammaturgica e regia
Giovanna Facciolo

modulo_prenotazione_i teatrini

scarica tutte le schede_La Scena Sensibile 2019 20

scarica la brochure

 

Gen
26
Dom
STORIA DI UNO SCHIACCIANOCI @ Teatro dei Piccoli
Gen [email protected]:00–12:30
invia un messaggio whatsapp

 >dai 3 anni

domenica 26 gennaio 2020, ore 11,00

 

Lo spettacolo è tratto dal racconto di Hoffman “Lo schiaccianoci e il re dei topi”, che ispirò ÄŒajkovskij per il suo celebre balletto “Lo Schiaccianoci”. Nella nostra riscrittura la vicenda della bambina protagonista viene riletta dal punto di vista dello zio Drosselmayer, inventore di automi, costruttore di marchingegni curiosi, che racconta di come la piccola Marie viva un’avventura meravigliosa grazie al piccolo schiaccianoci di legno che riceve in regalo a Natale. “Il buffo schiaccianoci – ci racconta Drosselmayer – era appoggiato sotto l’albero di Natale ed aspettava il suo turno per essere visto. Di lì a poco diviene il preferito di Marie ed insieme vivono incredibili avventure, lottando contro il re dei topi e avventurandosi nel regno delle bambole”. Drosselmeyer ripercorre la storia di Marie e dello schiaccianoci mentre si prepara, alle prese con una strana macchina da lui stesso costruita, a riportarli a casa, se e quando sapranno sconfiggere, insieme, la maledizione dei topi… La visione della storia è accompagnata dalle musiche di ÄŒajkovskij in un gioco di voce e azione che incanta e diverte.
La nostra riscrittura della storia originale pone al centro due temi: l’importanza del “credere” e l’importanza dell’amore. Drosselmeyer invita sua nipote Marie a non smettere di credere che dietro lo schiaccianoci c’è un segreto molto importante e che solo lei lo può aiutare a sconfiggere il re dei topi. E’ un invito, indirettamente, a tutti bambini: di credere che la vita ha qualcosa di profondamente meraviglioso, una magia misteriosa che solo con la fantasia si riesce a cogliere. L’altro tema centrale è l’amore. La maledizione della signora Toponia, che ha reso lo schiaccianoci brutto e mostruoso, potrà essere annullata “soltanto se una bambina si innamorerà di lui nonostante il suo orrendo aspetto”. Sarà necessario, per Marie, non fermarsi all’apparenza, ma cogliere la forza d’animo del suo piccolo eroe, il suo coraggio, la sua bellezza interiore. Di amarlo per quello che è, e non per come appare.
Tecnica utilizzata: 
teatro d’attore, narrazione, fumetto, teatro di figura.

  

TEATRO NEL BAULE

STORIA DI UNO SCHIACCIANOCI Fiaba per attore e macchine della visione

Progetto Vincitore del Bando Residenze Mu.d. di Teatri Associati Spettacolo tratto dal racconto di Hoffman “Lo schiaccianoci e il re ei topi” che ispirò Tchajkovskij per il suo celebre balletto “Lo Schiaccianoci”.

Da un’idea di: Simona Di Maio

Regia e drammaturgia: Sebastiano Coticelli e Simona DI Maio

Con: Luca Di Tommaso e Simona Di Maio

Scene: Francesco Felaco

Animazioni: Controlzeta Lab

Costumi: Federica Del Gaudio

Rielaborazioni musicali: Tommy Grieco

 

modulo_prenotazione_i teatrini

scarica tutte le schede_La Scena Sensibile 2019 20

scarica la brochure

 

Gen
28
Mar
The strange case of Hotel Morgue in lingua inglese @ Teatro dei Piccoli

The strange case of Hotel Morgue è uno show dal sapore gotico ispirato al genere investigativo-poliziesco che ricorda Sherlock Holmes di Arthur Conan Doyle, Auguste Dupin di Edgar Allan Poe e Hercule Poirot di Agatha Christie. In particolare è I Delitti della Rue Morgue di Edgar Allan Poe, considerato il primo racconto poliziesco della storia della letteratura, ad aver guidato il Play Group in questa nuova produzione.

La compagnia anglosassone THE PLAY GROUP, da oltre 20 anni specializzata nella realizzazione di spettacoli interattivi rivolti alle scuole di ogni ordine e grado, conferma la straordinaria vocazione per la diffusione della cultura inglese attraverso un linguaggio chiaro e accessibile, adattato di replica in replica ai differenti livelli linguistici di pubblico in sala.

Una campagna tranquilla e serena, alla periferia di Parigi, dove però non tutto va bene. La piccola cittadina è sotto shock in seguito ad una serie di terribili omicidi. Pochi e confusi indizi lasciano la polizia nel buio più profondo.

Con una rappresentazione caratterizzata come al solito da grande humour e interazione con il pubblico, in un’atmosfera divertente e divertita, gli studenti saranno portati in uno splendido viaggio di mistero e immaginazione, sfiorando a volte il fantastico, con molti colpi di scena e più di una sorpresa!

teatro d’attore e interazione con il pubblico in lingua inglese
60 minuti
regia Enzo Musicò, con Eddie Roberts, Simon Edmonds, Francesco Di Gennaro; direzione tecnica Gaetano di Maso; costumi Carla Merone; scene De Capoa Brothers; una produzione The Play Group – Casa del Contemporaneo.

prossime date scuola
giovedì 19, venerdì 20, lunedì 23, martedì 24, mercoledì 25, giovedì 26, martedì 31 marzo 2020 | mercoledì 1, giovedì 2, venerdì 3, mercoledì 15, giovedì 16, venerdì 17 aprile 2020
speciale evento serale venerdì 3 aprile 2020 ore 20:30

info biglietteria e prenotazioni
€8 a studente – gratuito per i docenti accompagnatori
prenotazione obbligatoria a le Nuvole con modulo-prenotazione_spettacolo in lingua straniera_19_20
previo accordo telefonico allo 0812395653 (feriali 9/17) o mail a [email protected]

a conferma della prenotazione, è possibile scaricare i materiali didattici:

Students Worksheets – Hotel Morgue

 

Teachers Material – Hotel Morgue

 

Vocabulary


 

 vai al programma leNuvole Young2019_20

 

 

Feb
3
Lun
Costellazioni. Pronti, partenza…spazio! @ Teatro dei Piccoli
Feb [email protected]:30–11:30

dai 4 anni

>al Teatro dei Piccoli (Napoli)

  • per la scuola: lunedì 3 febbraio 2020 ore 9.30 e 11.30
  • per il tempo libero: domenica 2 febbraio 2020 ore 11

Tutti noi abbiamo un’origine comune, siamo tutti figli dell’evoluzione dell’universo, dell’evoluzione delle stelle, e quindi siamo davvero tutti fratelli. Nella nostra galassia ci sono quattrocento miliardi di stelle, e nell’universo ci sono più di cento miliardi di galassie. Pensare di essere unici è molto improbabile.”
Margherita Hack

Uno spettacolo dedicato alla scoperta dell’Universo. Un viaggio fantasioso e giocoso che parte dalla Terra per spingersi verso le stelle. Dopo anni e anni di studi e osservazioni dello spazio, il professor Radar si sveglia in quel sogno tanto desiderato. Insieme alle professoresse Bussola e Calamita, mette finalmente in azione l’invenzione del secolo: la Carrozzina Spaziale, una straordinaria invenzione per mettersi alla ricerca di un luogo simile alla terra. Attraverso questo viaggio fra pianeti e corpi celesti vivremo la danza delle costellazioni: punti luminosi nel cielo,
apparentemente vicini fra loro ma realmente distanti milioni e milioni di anni luce, punti di vista differenti uniti nello sguardo di chi li osserva. La prospettiva, la relatività, le dimensioni del tempo e dello spazio, le qualità della materia, i movimenti dei corpi, la luce: tutto è presente attraverso il gioco, la danza e l’immaginazione di chi è capace di vedere oltre i limiti dello sguardo.
Mentre li vediamo sparire diventando piccolissimi punti luminosi, noi siamo qua sapendo che la Terra e tutti noi facciamo parte del grande Spettacolo dell’Universo e, per continuare a danzare insieme al nostro piccolo Mondo, è importante averne cura.

teatro danza
50 minuti
una produzione Sosta Palmizi, di e con Savino Italiano, Olga Mascolo, Anna Moscatelli.

info e prenotazioni
prenotazione obbligatoria con modulo prenotazione_spettacolo_19_20 previo appuntamento telefonico
ufficio teatro le nuvole 0812395653 – 0812397299 [email protected] (feriali 9/17)

biglietti
€7 – ingresso gratuito ai docenti accompagnatori (prenotazione obbligatoria)
abbonamento scuola €18 (con ingresso a tre spettacoli)

 scarica il materiale leNuvole Young2019_20

 

Feb
7
Ven
PIPPICALZELUNGHE @ Teatro dei Piccoli
Feb [email protected]:00–11:30
invia un messaggio whatsapp

>dai 4 anni

venerdì 7 febbraio 2020, ore 10,00

sabato 8 febbraio 2020, ore 11,00

 

I suoi capelli avevano lo stesso colore delle carote ed erano spartiti in due trecce che stavano dritte all’insù. Il suo naso aveva la forma di una patatina ed era tutto punteggiato di lentiggini. Sotto il naso c’era una bocca larga con denti bianchi e sani. Il suo vestito era davvero singolare. Infatti Pippi lo aveva cucito da sé. Lei lo avrebbe voluto blu, ma il tessuto blu non era bastato e così Pippi si era ingegnata a cucirci sopra qui e lì dei piccoli pezzi di stoffa rossa. Sulle sue gambe lunghe e magre portava un paio di lunghe calze, una marrone e l’altra nera. Ed aveva pure un paio di scarpe nere che erano esattamente lunghe il doppio dei suoi piedi”

(da: Astrid Lindgren, Pippi Långstrump, Rabén & Sjörgen, 1945)

Lo spettacolo narra le vicenda di Pippi, una bambina assolutamente fuori dagli schemi, e dei suoi amici attraverso i loro occhi sbarazzini e spensierati.

La storia di Pippi si snoderà dal suo arrivo nella vecchia casa, Villa Villacolle, con una scimmietta dallo strano nome il Signor Nilsson e con un cavallo sistemato nella veranda, alle sue avventure con Annika e Tommy i suoi vicini di casa e compagni di giochi in una scenografia coloratissima e divertente.

Lo spettacolo ha vinto il PREMIO BIGLIETTO D’ORO AGIS-ETI per il successo di pubblico conseguito nella stagione 2007-2008

 
Tecnica utilizzata: 
teatro d’attore e di figura

Fondazione Aida (Italia), Glossateatro (Italia) e Papagena (Norrköping – Svezia)

PIPPICALZELUNGHE

adattamento teatrale: Pino Costalunga e Marinella Rolfart

traduzioni: Pino Costalunga e Marinella Rolfart

con: Davide Lazzaretto, Teresa Turola e Annachiara Zanoli

scene, costumi e pupazzi: Tjåsa Gusfor

tecnico audio e luci: Riccardo Carbone

regia: Pino Costalunga e Marinella Rolfart
di Astrid Lindgren

 

modulo_prenotazione_i teatrini

scarica tutte le schede_La Scena Sensibile 2019 20

scarica la brochure

 

Feb
8
Sab
PIPPICALZELUNGHE @ Teatro dei Piccoli
Feb [email protected]:00–12:30
invia un messaggio whatsapp

>dai 4 anni

venerdì 7 febbraio 2020, ore 10,00

sabato 8 febbraio 2020, ore 11,00

 

I suoi capelli avevano lo stesso colore delle carote ed erano spartiti in due trecce che stavano dritte all’insù. Il suo naso aveva la forma di una patatina ed era tutto punteggiato di lentiggini. Sotto il naso c’era una bocca larga con denti bianchi e sani. Il suo vestito era davvero singolare. Infatti Pippi lo aveva cucito da sé. Lei lo avrebbe voluto blu, ma il tessuto blu non era bastato e così Pippi si era ingegnata a cucirci sopra qui e lì dei piccoli pezzi di stoffa rossa. Sulle sue gambe lunghe e magre portava un paio di lunghe calze, una marrone e l’altra nera. Ed aveva pure un paio di scarpe nere che erano esattamente lunghe il doppio dei suoi piedi”

(da: Astrid Lindgren, Pippi Långstrump, Rabén & Sjörgen, 1945)

Lo spettacolo narra le vicenda di Pippi, una bambina assolutamente fuori dagli schemi, e dei suoi amici attraverso i loro occhi sbarazzini e spensierati.

La storia di Pippi si snoderà dal suo arrivo nella vecchia casa, Villa Villacolle, con una scimmietta dallo strano nome il Signor Nilsson e con un cavallo sistemato nella veranda, alle sue avventure con Annika e Tommy i suoi vicini di casa e compagni di giochi in una scenografia coloratissima e divertente.

Lo spettacolo ha vinto il PREMIO BIGLIETTO D’ORO AGIS-ETI per il successo di pubblico conseguito nella stagione 2007-2008

 
Tecnica utilizzata: 
teatro d’attore e di figura

Fondazione Aida (Italia), Glossateatro (Italia) e Papagena (Norrköping – Svezia)

PIPPICALZELUNGHE

adattamento teatrale: Pino Costalunga e Marinella Rolfart

traduzioni: Pino Costalunga e Marinella Rolfart

con: Davide Lazzaretto, Teresa Turola e Annachiara Zanoli

scene, costumi e pupazzi: Tjåsa Gusfor

tecnico audio e luci: Riccardo Carbone

regia: Pino Costalunga e Marinella Rolfart
di Astrid Lindgren

 

modulo_prenotazione_i teatrini

scarica tutte le schede_La Scena Sensibile 2019 20

scarica la brochure

 

Feb
9
Dom
CONCERTI IN PALCOSCENICO @ Teatro dei Piccoli
Feb [email protected]:00–12:00
CONCERTI IN PALCOSCENICO @ Teatro dei Piccoli | Napoli | Campania | Italia

da 0 anni
> domenica 9 febbraio 2020 ore 11

Dalle ricerche scientifiche del musicologo Edwin E. GORDON ( Music Learning Theory ) sappiamo che è fondamentale ascoltare musica di qualità durante i primi anni di vita e che l’ascolto fatto in età precoce permette di sviluppare l’attitudine musicale e con essa la capacità e il piacere crescente di ascoltare generi musicali diversi.

CONCERTI IN PALCOSCENICO propone nella cornice specialissima di un concerto vissuto ‘  sul palco ’ ascolti variegati tratti dal repertorio classico e jazz per bambini da 0 a 5 anni e per i loro genitori. I musicisti dell’Ensemble SONORA – pianoforte, percussione, strumenti a fiato e ad arco, cantanti con UN PROGRAMMA DIVERSO AD OGNI CONCERTO – circonderanno il pubblico proponendo con i loro brani un insieme di stimoli musicali molto vari e quindi utili allo sviluppo della musicalità dei più piccoli. E forniranno ai ‘grandi’ che li accompagnano (genitori ed insegnanti) l’occasione di imparare brani ed attività da riproporre a casa o a scuola.

Imparare può voler dire immergersi in una situazione dall’interazione con la quale si uscirà diversi. Ed è proprio in questo modo,‘immergendo’ i più piccoli nel suono e nella musica con una modalità di ascolto tutta dedicata alle loro esigenze e possibilità (libertà di movimento, presenza dei loro genitori e/o insegnanti, una seduta ‘informale su cuscini e tappeti, una musica di qualità con tanti brani di breve durata) che riteniamo si possa sviluppare nei bimbi più piccoli la sensibilità e l’amore per la musica. Senza confini di generi, tutta la musica del mondo!

 

T.d.Piccoli_prenotazione OBBLIGATORIA al 331_831.39.93

Feb
10
Lun
IL GATTO CON GLI STIVALI @ Teatro dei Piccoli
Feb [email protected]:00–12:00
IL GATTO CON GLI STIVALI @ Teatro dei Piccoli | Napoli | Campania | Italia

3/7  anni
> lunedì 10 febbraio 2019 ore 10 e 11 

“TI SUONO, TI CANTO E TI RACCONTO … “ piccolo teatro musicale (3-7 anni) con Adria Mortari, Rossella Massari, Massimiliano Foà e i musicisti del Sonora Chamber Ensemble  Eleonora Petretta (chitarra), Giuseppe Lettiero ( clarinetto e percussioni)

Pupazzi di Selvaggia Lucarelli  – Disegno luci di Riccardo Cominotto

Una nuova tipologia di proposta musical-teatrale rivolta a bimbi dai 3 agli 7 anni per questo anno incentrata su due celebri favole: CENERENTOLA e IL GATTO CON GLI STIVALI. Identiche le premesse di portare soprattutto al contatto diretto con la musica eseguita dal vivo e con il canto, ma con la novità di un primo approccio agli elementi essenziali del teatro musicale: la platea in cui si viene accolti come “luogo separato” dal palcoscenico, la magia della parola che narra, le luci ( della sala e del palcoscenico), piccoli elementi scenografici che aiutano la fantasia … E anche qui la possibilità per i più piccoli di ‘partecipare’ alla storia e alla musica con piccole azioni, suoni, interazioni verbali adeguatamente stimolate. Sarà così possibile farli accedere – secondo le loro capacità di ascolto maturate – al grande repertorio dei racconti e delle favole con il veicolo particolare delle bellissime melodie strumentali e vocali che gli saranno proposte ‘a contatto diretto’ dal Sonora Chamber Ensemble.

IL GATTO CON GLI STIVALI 

La storia la conoscono tutti: un gatto magico che imbroglia per raggiungere il suo scopo, il padrone del gatto che lo lascia fare perché sa che è a suo vantaggio….è giusto tutto questo? Possiamo prenderli come esempio di comportamento?? Che ne dite? Anche gli eroi negativi insegnano però qualcosa: a NON fare come loro.

La musica di antiche Villanella popolari napoletane accompagnerà le avventure dei nostri personaggi.

Piccolo teatro musicale per i più piccoli
Sonora Chamber Ensemble
50 minuti

richiedi il materiale di approfondimento, foto e video del concerto

Download Modulo di prenotazione

Feb
14
Ven
LA BELLA ADDORMENTATA di Florian Metateatro @ Teatro dei Piccoli
Feb [email protected]:00–11:30
invia un messaggio whatsapp

 >dai 4 anni

venerdì 14 febbraio 2020, ore 10,00

sabato 15 febbraio 2020, ore 11,00

 

Un desiderio profondo anima la storia dei due sovrani tristi: avere un figlio. proveranno di tutto e la corte si animerà di stravaganti figure con fantasiose soluzioni. Dopo l’astrologo di corte, il cuoco, la dama, il maniscalco, finalmente qualcosa avverrà e il loro desiderio sarà esaudito.

Un bambina di nome Rosaspina crescerà a corte, tra le mille attenzioni dei novelli genitori, ma qualcosa dovrà ancora accadere, un pericolo che minaccerà la loro felicità.

 

Una scenografia praticabile diventa di volta in volta il castello, il bosco, la stanza della principessa e i due attori con l’ausilio di pochi oggetti si avvicendano nei panni dei personaggi in un divertente rincorrersi, come in un gioco di bambini. La nascita della principessa segna nello spettacolo un cambio di stile, Rosaspina e il Principe infatti sono interpretati da due marionette, mosse a vista, che chiuderanno con il bacio la storia de La Bella addormentata.

Attraverso un lavoro che unisce la componente popolare dell’uso dei pupazzi alla ricerca teatrale e la sperimentazione sui linguaggi espressivi del corpo e della voce, lo spettacolo si rivolge ai bambini di tutte le fasce d’età a partire dai 4 anni.

   
Tecnica utilizzata: 
teatro d’attore e di figura

FLORIAN METATEATRO (Pescara)

LA BELLA ADDORMENTATA
liberamente ispirata alle fiabe di Perrault e Grimm

drammaturgia Mario Fracassi, Flavia Valoppi, Alessio Tessitore

con Flavia Valoppi e Alessio Tessitore

ideazione scena Tiziana Taucci

realizzazione Fabrizio Paluzzi

oggetti di scena Wally e Lara Di Luzio per Arteate

ideazione e regia Mario Fracassi

si ringraziano Daniela Verna, Antonella Di Camillo e Renato Barattucci

 

modulo_prenotazione_i teatrini

scarica tutte le schede_La Scena Sensibile 2019 20

scarica la brochure

 

Feb
15
Sab
LA BELLA ADDORMENTATA di Florian Metateatro @ Teatro dei Piccoli
Feb [email protected]:00–12:30
invia un messaggio whatsapp

 >dai 4 anni

venerdì 14 febbraio 2020, ore 10,00

sabato 15 febbraio 2020, ore 11,00

 

Un desiderio profondo anima la storia dei due sovrani tristi: avere un figlio. proveranno di tutto e la corte si animerà di stravaganti figure con fantasiose soluzioni. Dopo l’astrologo di corte, il cuoco, la dama, il maniscalco, finalmente qualcosa avverrà e il loro desiderio sarà esaudito.

Un bambina di nome Rosaspina crescerà a corte, tra le mille attenzioni dei novelli genitori, ma qualcosa dovrà ancora accadere, un pericolo che minaccerà la loro felicità.

 

Una scenografia praticabile diventa di volta in volta il castello, il bosco, la stanza della principessa e i due attori con l’ausilio di pochi oggetti si avvicendano nei panni dei personaggi in un divertente rincorrersi, come in un gioco di bambini. La nascita della principessa segna nello spettacolo un cambio di stile, Rosaspina e il Principe infatti sono interpretati da due marionette, mosse a vista, che chiuderanno con il bacio la storia de La Bella addormentata.

Attraverso un lavoro che unisce la componente popolare dell’uso dei pupazzi alla ricerca teatrale e la sperimentazione sui linguaggi espressivi del corpo e della voce, lo spettacolo si rivolge ai bambini di tutte le fasce d’età a partire dai 4 anni.

   
Tecnica utilizzata: 
teatro d’attore e di figura

FLORIAN METATEATRO (Pescara)

LA BELLA ADDORMENTATA
liberamente ispirata alle fiabe di Perrault e Grimm

drammaturgia Mario Fracassi, Flavia Valoppi, Alessio Tessitore

con Flavia Valoppi e Alessio Tessitore

ideazione scena Tiziana Taucci

realizzazione Fabrizio Paluzzi

oggetti di scena Wally e Lara Di Luzio per Arteate

ideazione e regia Mario Fracassi

si ringraziano Daniela Verna, Antonella Di Camillo e Renato Barattucci

 

modulo_prenotazione_i teatrini

scarica tutte le schede_La Scena Sensibile 2019 20

scarica la brochure

 

Feb
16
Dom
ANIMA BLU dedicato a Marc Chagall @ Teatro dei Piccoli
Feb [email protected]:00–12:30
invia un messaggio whatsapp

 >dai 5 anni

domenica 16 febbraio 2020, ore 11,00

lunedì 17 febbraio 2020, ore 10,00

 

Gli esseri umani volano e dall’alto guardano e sognano, piangono, sorridono.
Gli oggetti ricordano.
Gli animali hanno un loro silenzio, che è un sentire particolare.
Colore.
Guardare i quadri di Chagall è compiere un viaggio nella poesia e nell’emozione.
Soggetti come la nascita, l’amore, la solitudine, la città, la festa, il circo, la guerra, la morte emergono dall’interiorità del poeta-pittore e prendono forma in icone che fanno pensare ai sogni.
Cavalli, galli, capre, pesci, cicogne, asini volanti, agnelli, gatte e vacche.
Gli animali ci guardano.
E insieme agli animali, innamorati, angeli, violini, acrobati, musicisti.
E la città, immobile, il tempo, immobile.
Ogni oggetto, animale, essere umano nella pittura di Chagall è icona e in quanto tale significa. Significa quello che ogni sguardo, di bambino o di adulto, a contatto con essa è capace di evocare.
E attraversando i suoi quadri è allora possibile inventare una storia. La nostra ricerca si concentra nel dare corpo e voce agli esseri che popolano le sue tele e nello scrivere un racconto fatto di ritmo, visivo e sonoro, di colori e forme plastiche che si condensano in un gigantesco gallo o nel grembo materno di una cavalla, nel corpo di un musicista sul tetto o in quello di due innamorati che volano sopra una città silenziosa…. e intanto da lontano arriva il suono di un violino, il vociare di una festa…

Gli autori, alimentati dalle immagini ricche di suggestioni di Chagall pittore, hanno tessuto trama e ordito fino a costruire una piccola storia. Si sono immersi nel suo mondo iconografico per farne emergere un racconto che ha dato tempo e sviluppo alla pittura.
Un mondo silenzioso ha così trovato la sonorità.
L’incontro tra i corpi dei due attori e le immagini pittoriche avviene all’interno di un dispositivo scenografico che consente la realizzazione di figure ibride tra il reale e il fantastico.
La videoproiezione è un terzo attore che dialoga con i corpi veri e crea suggestioni visive riuscendo a coniugare i due piani.
Il ritmo e la musicalità del gesto in forma coreografica colmano ciò che manca alla pittura per essere teatro.
Nello spettacolo avvengono continui passaggi dalla realtà del quotidiano (data attraverso le scansioni ritmiche dei gesti) alla fantasia di evasione da esso che consente di entrare nel sogno dei desideri impossibili.
Questi due mondi separati e paralleli, della realtà e del sogno appunto, si alternano sulla scena e finiscono per confondersi uno nell’altro, integrandosi tra loro fino a che non saranno più due mondi distinti, ma un unico momento che li contiene entrambi.

Michele Sambin

Tecnica utilizzata: 
teatro d’attore e di figura

TAM TEATROMUSICA (Padova)

ANIMA BLU dedicato a Marc Chagall
Trilogia della pittura in scena/primo movimento

Ideazione Michele Sambin, Flavia Bussolotto
Con Flavia Bussolotto, Marco Tizianel
Composizione ed esecuzione musiche Enzo Carpentieri, Kole Laca, Michele Sambin
Postproduzione suoni Davide Sambin Zara
Video animazione Raffaella Rivi
Immagini e scene Michele Sambin
Costumi Claudia Fabris
Foto Claudia Fabris
Regia Michele Sambin

 

modulo_prenotazione_i teatrini

scarica tutte le schede_La Scena Sensibile 2019 20

scarica la brochure

 

Feb
17
Lun
ANIMA BLU dedicato a Marc Chagall @ Teatro dei Piccoli
Feb [email protected]:00–11:30
invia un messaggio whatsapp

 >dai 5 anni

domenica 16 febbraio 2020, ore 11,00

lunedì 17 febbraio 2020, ore 10,00

 

Gli esseri umani volano e dall’alto guardano e sognano, piangono, sorridono.
Gli oggetti ricordano.
Gli animali hanno un loro silenzio, che è un sentire particolare.
Colore.
Guardare i quadri di Chagall è compiere un viaggio nella poesia e nell’emozione.
Soggetti come la nascita, l’amore, la solitudine, la città, la festa, il circo, la guerra, la morte emergono dall’interiorità del poeta-pittore e prendono forma in icone che fanno pensare ai sogni.
Cavalli, galli, capre, pesci, cicogne, asini volanti, agnelli, gatte e vacche.
Gli animali ci guardano.
E insieme agli animali, innamorati, angeli, violini, acrobati, musicisti.
E la città, immobile, il tempo, immobile.
Ogni oggetto, animale, essere umano nella pittura di Chagall è icona e in quanto tale significa. Significa quello che ogni sguardo, di bambino o di adulto, a contatto con essa è capace di evocare.
E attraversando i suoi quadri è allora possibile inventare una storia. La nostra ricerca si concentra nel dare corpo e voce agli esseri che popolano le sue tele e nello scrivere un racconto fatto di ritmo, visivo e sonoro, di colori e forme plastiche che si condensano in un gigantesco gallo o nel grembo materno di una cavalla, nel corpo di un musicista sul tetto o in quello di due innamorati che volano sopra una città silenziosa…. e intanto da lontano arriva il suono di un violino, il vociare di una festa…

Gli autori, alimentati dalle immagini ricche di suggestioni di Chagall pittore, hanno tessuto trama e ordito fino a costruire una piccola storia. Si sono immersi nel suo mondo iconografico per farne emergere un racconto che ha dato tempo e sviluppo alla pittura.
Un mondo silenzioso ha così trovato la sonorità.
L’incontro tra i corpi dei due attori e le immagini pittoriche avviene all’interno di un dispositivo scenografico che consente la realizzazione di figure ibride tra il reale e il fantastico.
La videoproiezione è un terzo attore che dialoga con i corpi veri e crea suggestioni visive riuscendo a coniugare i due piani.
Il ritmo e la musicalità del gesto in forma coreografica colmano ciò che manca alla pittura per essere teatro.
Nello spettacolo avvengono continui passaggi dalla realtà del quotidiano (data attraverso le scansioni ritmiche dei gesti) alla fantasia di evasione da esso che consente di entrare nel sogno dei desideri impossibili.
Questi due mondi separati e paralleli, della realtà e del sogno appunto, si alternano sulla scena e finiscono per confondersi uno nell’altro, integrandosi tra loro fino a che non saranno più due mondi distinti, ma un unico momento che li contiene entrambi.

Michele Sambin

Tecnica utilizzata: 
teatro d’attore e di figura

TAM TEATROMUSICA (Padova)

ANIMA BLU dedicato a Marc Chagall
Trilogia della pittura in scena/primo movimento

Ideazione Michele Sambin, Flavia Bussolotto
Con Flavia Bussolotto, Marco Tizianel
Composizione ed esecuzione musiche Enzo Carpentieri, Kole Laca, Michele Sambin
Postproduzione suoni Davide Sambin Zara
Video animazione Raffaella Rivi
Immagini e scene Michele Sambin
Costumi Claudia Fabris
Foto Claudia Fabris
Regia Michele Sambin

 

modulo_prenotazione_i teatrini

scarica tutte le schede_La Scena Sensibile 2019 20

scarica la brochure

 

Feb
18
Mar
La Dama Duende in lingua spagnola @ Teatro dei Piccoli

Commedia brillante, ricca di colpi di scena, ha per protagonista Doña Angela, disinvolta vedovella, decisa a sottrarsi al costume dell’epoca che la vorrebbe reclusa a causa della precedente perdita del marito. Angela approfittando di una porta segreta che dà nella stanza d’un ospite dei suoi fratelli, Don Manuel, di cui è segretamente innamorata, si reca a fargli visita di notte, creando una serie di accadimenti che la faranno credere un fantasma. La vicenda si concluderà con il matrimonio tra i due.

Una brillante commedia di equivoci, non priva di qualche elemento di rivendicazione di una maggiore libertà decisionale per le donne, dove l’intreccio amoroso serve a smascherare i falsi prodigi legati al mondo della magia e della superstizione popolare e l’umorismo diventa il filtro attraverso cui Calderón de La Barca riflette sulla ricerca dell’identità, lo scontro tra realtà e finzione, la scelta tra essere e apparire.

Lo spettacolo offre parecchi punti di interazione con il giovane pubblico, che più volte, attraverso il gioco del teatro, verrà coinvolto nell’intreccio della rappresentazione. Lo spettacolo, come consuetudine della Compagnia, è interpretato da attori madrelingua, e contiene momenti di interazione col pubblico, allo scopo di rendere attiva la fruizione della rappresentazione e stimolarli all’utilizzo della lingua spagnola.

Attraverso l’uso di una lingua accessibile, coinvolgerà gli studenti grazie all’adattamento ai diversi livelli di competenza, dalla scuola primaria ai licei. Al termine dello show la compagnia sarà lieta di rispondere alle domande del pubblico in sala.

teatro d’attore e interazione con il pubblico in lingua spagnola
60 minuti
regia Maurizio Azzurro – Damien Esaudire; adattamento Roberta Sandias; con Josefina Torino, Giorgia Maria D’Isa, Eleazar Masdeu, Marc Joy, Angelo Nocerino; produzione La Mansarda/Teatro dell’Orco – La Troupe de Jodelet.

 

info biglietteria e prenotazioni
€8 a studente – gratuito per i docenti accompagnatori
prenotazione obbligatoria a le Nuvole con modulo-prenotazione_spettacolo in lingua straniera_19_20
previo accordo telefonico allo 0812395653 (feriali 9/17) o mail a [email protected]

a conferma della prenotazione, è possibile scaricare i materiali didattici:

SUPERIORI. Plico Didattico. La dama duende -pdf e RESPUESTAS PLICO DIDATTICO SUPERIORI-pdf

MEDIE. Plico Didattico. La dama duende -pdf e RESPUESTAS PLICO DIDATTICO MEDIE-pdf

 

 vai al programma leNuvole Young2019_20

 

 

Feb
22
Sab
CARISSIMO PINOCCHIO @ Teatro dei Piccoli
Feb [email protected]:00–12:00
CARISSIMO PINOCCHIO @ Teatro dei Piccoli | Napoli | Campania | Italia

3/7  anni
> sabato 22 febbraio 2020 ore 11 

“TI SUONO, TI CANTO E TI RACCONTO … “ piccolo teatro musicale (3-7 anni) con Adria Mortari, Rossella Massari, Massimiliano Foà e i musicisti del Sonora Chamber Ensemble  

Testi ed adattamenti drammaturgici di Adria Mortari |Adattamenti musicali e musiche originali di Antonio Somma |tecnica, luci e fonica Simone De Pasquale

Una nuova tipologia di proposta musical-teatrale rivolta a bimbi dai 3 agli 7 anni per questo anno incentrata su tre celebri favole: IL GATTO CON GLI STIVALI, LA BELLA ADDORMENTATA,  e CARISSIMO PINOCCHIO. Identiche le premesse di portare soprattutto al contatto diretto con la musica eseguita dal vivo e con il canto, ma con la novità di un primo approccio agli elementi essenziali del teatro musicale: la platea in cui si viene accolti come “luogo separato” dal palcoscenico, la magia della parola che narra, le luci ( della sala e del palcoscenico), piccoli elementi scenografici che aiutano la fantasia … E anche qui la possibilità per i più piccoli di ‘partecipare’ alla storia e alla musica con piccole azioni, suoni, interazioni verbali adeguatamente stimolate. Sarà così possibile farli accedere – secondo le loro capacità di ascolto maturate – al grande repertorio dei racconti e delle favole con il veicolo particolare delle bellissime melodie strumentali e vocali che gli saranno proposte ‘a contatto diretto’ dal Sonora Chamber Ensemble.

CARISSIMO PINOCCHIO

“Babbo Geppetto, ma com’è successo tutto questo cambiamento? Io sono divenuto bambino, la nostra capanna è divenuta una bella casetta, tu non sei più ammalato. Io…io non capisco…”

Ecco, vogliamo capire insieme cosa è successo a Pinocchio ? Che succederà ora che è un bambino? E la Fata Turchina dov’è? Scopriamo insieme il resto della storia, sempre accompagnati da musica, canzoni e balli.

Piccolo teatro musicale per i più piccoli
Sonora Chamber Ensemble
50 minuti

richiedi il materiale di approfondimento, foto e video del concerto

Prenotazione obbligatoria al 331_831.39.93

Feb
23
Dom
TINA LA PAGLIACCIA lo spettacolo di Carnevale @ Teatro dei Piccoli
Feb [email protected]:00–12:30
invia un messaggio whatsapp

 >dai 2 anni

domenica 23 febbraio 2020, ore 11,00

 

…ma chi è questa Tina? Vi racconto la mia storia e quella del mio sogno più grande. Un giorno sono partita da casa con una sola valigia e pochi stracci, ho lasciato la mia famiglia per seguire Tano. Tano è il direttore di un circo viaggiante. È un circo povero, con pochi numeri, perché non è facile andare d’accordo con Tano. Lui è un po’ burbero, pensa solo a sé, a volte è proprio cattivo e se si arrabbia diventa un orco!

 

Tecnica utilizzata: 
teatro d’attore

TEATRO DEI CIPIS (Molfetta)

TINA LA PAGLIACCIA

Liberamente tratto da“Agostina la pagliaccia”

Con Giulia Petruzzella e Corrado la Grasta

Scene di Riccardo Mastrapasqua.

Costumi di Chiara Cappelluti.

Scenotecnica di Gabriele Lucanie.

Regia di Giancarlo Attolico

 

modulo_prenotazione_i teatrini

scarica tutte le schede_La Scena Sensibile 2019 20

scarica la brochure

 

Mar
1
Dom
UN TOPO… DUE TOPI… TRE TOPI… Un treno per Hamelin @ Teatro dei Piccoli
Mar [email protected]:00–12:30
invia un messaggio whatsapp

 >dai 4 anni

domenica 1 marzo 2020, ore 11,00

lunedì 2 marzo 2020, ore 10,00

Un topo… due topi… tre topi, son troppi, son tanti…
Arrivano a branchi.
Si son dati convegno nel regno di Hamelin…”.

C’è un patto segreto tra il Signore dei topi e il Re della città di Hamelin.
I topi sono ingordi di cibo e il Re di monete d’oro. Per questo è avvenuta la grande e terribile invasione…
La tranquilla città di Hamelin è governata da gente avida e corrotta, pronta a sacrificare la città per arricchirsi.
I topi son dappertutto: nei letti e sui soffitti, nei cassetti e sui piatti; il cuoco li trova in cima alla torta, le lavandaie in mezzo al bucato. La città cade in rovina… la peste dilaga.
La figlia del Re, ignara di tutto, supplica il padre di trovare una soluzione.
Si affiggono bandi e giungono, come in una fiera, Imbonitori, Inventori, Ammazzaratti… ma tutto è inutile.
Solo il suono del flauto fatato può riportare la speranza su Hamelin. Ma il magico Pifferaio, per catturare l’enorme Capo dei topi, ha bisogno dell’aiuto dei bambini. Sette di loro, come le sette note del suo flauto, potranno finalmente liberare la città per sempre.
E, alla fine, nella gabbia da circo, resterà l’esemplare più raro di tutta la razza topesca che i tre attori girovaghi condurranno sulle piazze, narrando ogni volta, al suono della fisarmonica, l’antica e affascinante leggenda del Pifferaio di Hamelin.

Non solo una fiaba, dunque, ma un gioco di rime, di musica e di teatro che coinvolge gli spettatori come avveniva un tempo su tutte le piazze dove la realtà si mescolava alla fantasia.
Uno spettacolo magico e divertente che conduce il pubblico dei bambini ad una riflessione profonda sull’importanza dell’onestà di chi governa un paese.

Gli attori, accompagnati in scena da musiche eseguite dal vivo, danno vita ad innumerevoli personaggi in una scenografia che, come una scatola magica, si trasforma, dando vita a suggestive ambientazioni e continue sorprese.

 

Tecnica utilizzata: 
Teatro d’attore, canzoni e musica dal vivo

    

ACCADEMIA PERDUTA ROMAGNA TEATRI (Forlì)

UN TOPO… DUE TOPI… TRE TOPI… UN TRENO PER HAMELIN

con Mariolina Coppola, Maurizio Casali, James Foschi

scene di Maurizio Bercini

regia di Claudio Casadio

 

modulo_prenotazione_i teatrini

scarica tutte le schede_La Scena Sensibile 2019 20

scarica la brochure

 

Mar
2
Lun
UN TOPO… DUE TOPI… TRE TOPI… Un treno per Hamelin @ Teatro dei Piccoli
Mar [email protected]:00–11:30
invia un messaggio whatsapp

 >dai 4 anni

domenica 1 marzo 2020, ore 11,00

lunedì 2 marzo 2020, ore 10,00

Un topo… due topi… tre topi, son troppi, son tanti…
Arrivano a branchi.
Si son dati convegno nel regno di Hamelin…”.

C’è un patto segreto tra il Signore dei topi e il Re della città di Hamelin.
I topi sono ingordi di cibo e il Re di monete d’oro. Per questo è avvenuta la grande e terribile invasione…
La tranquilla città di Hamelin è governata da gente avida e corrotta, pronta a sacrificare la città per arricchirsi.
I topi son dappertutto: nei letti e sui soffitti, nei cassetti e sui piatti; il cuoco li trova in cima alla torta, le lavandaie in mezzo al bucato. La città cade in rovina… la peste dilaga.
La figlia del Re, ignara di tutto, supplica il padre di trovare una soluzione.
Si affiggono bandi e giungono, come in una fiera, Imbonitori, Inventori, Ammazzaratti… ma tutto è inutile.
Solo il suono del flauto fatato può riportare la speranza su Hamelin. Ma il magico Pifferaio, per catturare l’enorme Capo dei topi, ha bisogno dell’aiuto dei bambini. Sette di loro, come le sette note del suo flauto, potranno finalmente liberare la città per sempre.
E, alla fine, nella gabbia da circo, resterà l’esemplare più raro di tutta la razza topesca che i tre attori girovaghi condurranno sulle piazze, narrando ogni volta, al suono della fisarmonica, l’antica e affascinante leggenda del Pifferaio di Hamelin.

Non solo una fiaba, dunque, ma un gioco di rime, di musica e di teatro che coinvolge gli spettatori come avveniva un tempo su tutte le piazze dove la realtà si mescolava alla fantasia.
Uno spettacolo magico e divertente che conduce il pubblico dei bambini ad una riflessione profonda sull’importanza dell’onestà di chi governa un paese.

Gli attori, accompagnati in scena da musiche eseguite dal vivo, danno vita ad innumerevoli personaggi in una scenografia che, come una scatola magica, si trasforma, dando vita a suggestive ambientazioni e continue sorprese.

 

Tecnica utilizzata: 
Teatro d’attore, canzoni e musica dal vivo

    

ACCADEMIA PERDUTA ROMAGNA TEATRI (Forlì)

UN TOPO… DUE TOPI… TRE TOPI… UN TRENO PER HAMELIN

con Mariolina Coppola, Maurizio Casali, James Foschi

scene di Maurizio Bercini

regia di Claudio Casadio

 

modulo_prenotazione_i teatrini

scarica tutte le schede_La Scena Sensibile 2019 20

scarica la brochure

 

Mar
10
Mar
Les Extras – Vagants in lingua francese @ Teatro dei Piccoli
Mar [email protected]:30–11:30

Lo spettacolo narra l’incontro di Jean Baptiste Poquelin, non ancora Moliere, con Tiberio Fiorillo, in arte Scaramouche. Dopo i primi insuccessi delle rappresentazioni del giovane Molière nella capitale francese, i due intraprendono un viaggio nel sud della Francia, rappresentando le proprie commedie ed imbattendosi in personaggi di varia umanità, da cui il giovane artista trarrà ispirazione per le sue commedie più famose: l’Avaro, il Misantropo, il Malato Immaginario… Al termine della loro avventura, Molière e Scaramouche avranno l’onore di recitare al cospetto del Re, che decreterà il loro successo definitivo.

Dal punto di vista didattico lo spettacolo indaga quelli che sono i personaggi più celebri delle commedie di Molière, offrendo così la possibilità di avere una visione generale sulle caratteristiche della sua opera, e nel contempo svela alcune curiosità sulla sua vita, gli esordi, il suo secolo, la società in cui viveva e che ben rappresenta nel suo intramontabile teatro, dipingendola con le tinte forti d’un umorismo che non conosce tempo. Inoltre, ci da’ l’occasione di raccontare del grande Scaramouche, l’attore italiano Tiberio Fiorilli, che di Molière è stato maestro. Infine, il viaggio dei due “Extras-vagants” ci offre anche una panoramica geografica del territorio francese.

Lo spettacolo, come è consuetudine della Compagnia, è interpretato da attori madrelingua, e contiene momenti di interazione col giovane pubblico, allo scopo di rendere attiva la fruizione della rappresentazione e stimolarli all’utilizzo della lingua francese. Al termine dello show la compagnia sarà lieta di rispondere alle domande del pubblico in sala.

 

teatro d’attore e interazione con il pubblico in lingua francese
60 minuti
regia Maurizio Azzurro – Damien Esaudire; con Diane Patierno, Damien Escluder e Raffaele Parisi; adattamento Damien Escudier; consulenza Roberta Sandias; produzione La Mansarda/Teatro dell’Orco – La Troupe de Jodelet.

 

info biglietteria e prenotazioni
€8 a studente – gratuito per i docenti accompagnatori
prenotazione obbligatoria a le Nuvole con modulo-prenotazione_spettacolo in lingua straniera_19_20
previo accordo telefonico allo 0812395653 (feriali 9/17) o mail a [email protected]

a conferma della prenotazione, è possibile scaricare i materiali didattici:

plico didattico Les extras-Vagants_spettacolo in francese

 

 vai al programma leNuvole Young2019_20

 

 

Mar
12
Gio
LEO. Uno sguardo bambino sul mondo, il genio di Leonardo da Vinci @ Teatro dei Piccoli
invia un messaggio whatsapp

 >dai 4 anni

giovedì 12 e venerdì 13 marzo 2020, ore 10,00

sabato 14 marzo 2020, ore 11,00

 

Tra gioco, scienza e arte
Il mondo visto e interpretato con gli occhi curiosi di un bambino che diventa uomo e continua ad avere lo stesso meravigliato sguardo infantile. Così immaginiamo il piccolo Leonardo da Vinci, sempre alla ricerca di ciò che non conosce, con la voglia insaziabile di toccare con mano gli ingranaggi della vita, per comprenderne l’essenza. Materia, energia, tecnica e meccanica, … tutti i segreti oltre le apparenze: osservare è immaginare oltre. Immaginare il futuro con occhi di bambino dilata il presente, perché creare è vedere qualcosa che non c’è, che può essere, che sarà. Gioco, scienza e arte sono la poesia e l’emozione che pura come quella infantile si rinnova costantemente in Leonardo uomo, tanto mitico quanto moderno, nella storia e nel contemporaneo.

   

Immaginando Leonardo da piccolo
Leo alle prese col mondo. Per prima cosa Leo scopre i quattro elementi della natura che, secondo la filosofia occidentale, combinandosi fra loro generano la vita e le leggi che la regolano: terra, aria, acqua e fuoco.

Leo in ginocchio sulla spiaggia lambita dalle onde. Terra e mare si incontrano e si scontrano: è la natura delle cose. Le mani di Leo giocano con la sabbia e con l’acqua; disegnano e modellano. Prima imitano, poi interpretano, infine creano. Dalla terra e dalla sabbia nascono il disegno, la pittura, la scultura, l’arte.

Leo sdraiato in un prato. Lo sguardo sul cielo si perde fin dove il suo colore sfuma dolcemente verso l’orizzonte. Le nuvole si muovono lentamente e cambiano continuamente la loro forma. Dove vanno? E chi le porta in giro? Anche gli steli dell’erba tutt’intorno si muovono. Da dove viene il vento che li scuote?

Leo cammina, guarda in alto, poi si ferma. C’è un ruscello dove il cielo si riflette nell’acqua e ne fa uno specchio che si muove. Leo parla l’acqua, a volte bisbiglia, a volte grida forte e canta.

Leo accanto al fuoco del camino. È ipnotizzato di fronte al fuoco che illumina il suo volto creando il suo doppio nella parete opposta. Nelle fiamme, il bianco, l’azzurro, l’arancio, il rosso si alternano vorticosamente disegnando volute, come attratte irresistibilmente dalla cappa del camino. Le faville corrono verso l’alto tracciando nell’aria disegni di luce. Leo osserva, disegna, studia, immagina, crea.

Scrive Sigmund Freud: Il grande Leonardo rimase per tutta la vita per più versi infantile.
Continuò a giocare fino all’età adulta e questo apparve talora inquietante e incomprensibile agli occhi dei suoi contemporanei.

L’affinità che Freud rileva fra la complessa figura di Leonardo ed il mondo dell’infanzia è la stessa che ci ha guidato nell’ideazione dello spettacolo. L’infantile dunque non definisce una condizione di minorità rispetto all’età adulta, al contrario manifesta le prodigiose capacità del bambino di scopri- re e governare le cose e il mondo.
In altre parole, possiamo dire che in ogni bambino c’è un artista, uno scienziato, un genio. La stessa cosa non si può dire per ogni adulto.

Scrive Leonardo: La natura è piena di infinite ragioni.
Lo sguardo di Leo si muove nello spazio circostante fra gli elementi della natura, si apre alla meraviglia e alla curiosità di scoprirne i meccanismi. Non fa lo stesso il bambino quando gioca da solo o coi compagni?

L’aria, l’acqua, la terra, il fuoco … i nostri sensi che li toccano li osservano, li respirano.
Vedere Leo tra le pieghe di un tessuto, scoprirlo mentre si tirano sassi con la fionda alle nuvole, annusarlo giocando con la sabbia, immaginarlo ipno- tizzati dalle volute del fuoco. E in fondo, Il grande Leo pittore sublime e visionario.

Pietro Fenati – Drammatico Vegetale

 
Tecnica utilizzata: 
Teatro corporeo e visivo

DRAMMATICO VEGETALE/RAVENNA TEATRO (Ravenna)

LEO. UNO SGUARDO BAMBINO SUL MONDO
dedicato al genio di Leonardo da Vinci

di Pietro Fenati
con Camilla Lopez, Elena Pelliccioni
musiche originali Matteo Ramon Arevalos
voce Brando Carrella
cura dei movimenti Alessandro Bedosti
cavallo di legno Danilo Maniscalco
luci e suono Alessandro Bonoli
scene virtuali Ezio Antonelli
progetto di Elvira Mascanzoni e Pietro Fenati
regia Pietro Fenati.

 

modulo_prenotazione_i teatrini

scarica tutte le schede_La Scena Sensibile 2019 20

scarica la brochure

 

Mar
14
Sab
LEO. Uno sguardo bambino sul mondo, il genio di Leonardo da Vinci @ Teatro dei Piccoli
Mar [email protected]:00–12:30
invia un messaggio whatsapp

 >dai 4 anni

giovedì 12 e venerdì 13 marzo 2020, ore 10,00

sabato 14 marzo 2020, ore 11,00

 

Tra gioco, scienza e arte
Il mondo visto e interpretato con gli occhi curiosi di un bambino che diventa uomo e continua ad avere lo stesso meravigliato sguardo infantile. Così immaginiamo il piccolo Leonardo da Vinci, sempre alla ricerca di ciò che non conosce, con la voglia insaziabile di toccare con mano gli ingranaggi della vita, per comprenderne l’essenza. Materia, energia, tecnica e meccanica, … tutti i segreti oltre le apparenze: osservare è immaginare oltre. Immaginare il futuro con occhi di bambino dilata il presente, perché creare è vedere qualcosa che non c’è, che può essere, che sarà. Gioco, scienza e arte sono la poesia e l’emozione che pura come quella infantile si rinnova costantemente in Leonardo uomo, tanto mitico quanto moderno, nella storia e nel contemporaneo.

   

Immaginando Leonardo da piccolo
Leo alle prese col mondo. Per prima cosa Leo scopre i quattro elementi della natura che, secondo la filosofia occidentale, combinandosi fra loro generano la vita e le leggi che la regolano: terra, aria, acqua e fuoco.

Leo in ginocchio sulla spiaggia lambita dalle onde. Terra e mare si incontrano e si scontrano: è la natura delle cose. Le mani di Leo giocano con la sabbia e con l’acqua; disegnano e modellano. Prima imitano, poi interpretano, infine creano. Dalla terra e dalla sabbia nascono il disegno, la pittura, la scultura, l’arte.

Leo sdraiato in un prato. Lo sguardo sul cielo si perde fin dove il suo colore sfuma dolcemente verso l’orizzonte. Le nuvole si muovono lentamente e cambiano continuamente la loro forma. Dove vanno? E chi le porta in giro? Anche gli steli dell’erba tutt’intorno si muovono. Da dove viene il vento che li scuote?

Leo cammina, guarda in alto, poi si ferma. C’è un ruscello dove il cielo si riflette nell’acqua e ne fa uno specchio che si muove. Leo parla l’acqua, a volte bisbiglia, a volte grida forte e canta.

Leo accanto al fuoco del camino. È ipnotizzato di fronte al fuoco che illumina il suo volto creando il suo doppio nella parete opposta. Nelle fiamme, il bianco, l’azzurro, l’arancio, il rosso si alternano vorticosamente disegnando volute, come attratte irresistibilmente dalla cappa del camino. Le faville corrono verso l’alto tracciando nell’aria disegni di luce. Leo osserva, disegna, studia, immagina, crea.

Scrive Sigmund Freud: Il grande Leonardo rimase per tutta la vita per più versi infantile.
Continuò a giocare fino all’età adulta e questo apparve talora inquietante e incomprensibile agli occhi dei suoi contemporanei.

L’affinità che Freud rileva fra la complessa figura di Leonardo ed il mondo dell’infanzia è la stessa che ci ha guidato nell’ideazione dello spettacolo. L’infantile dunque non definisce una condizione di minorità rispetto all’età adulta, al contrario manifesta le prodigiose capacità del bambino di scopri- re e governare le cose e il mondo.
In altre parole, possiamo dire che in ogni bambino c’è un artista, uno scienziato, un genio. La stessa cosa non si può dire per ogni adulto.

Scrive Leonardo: La natura è piena di infinite ragioni.
Lo sguardo di Leo si muove nello spazio circostante fra gli elementi della natura, si apre alla meraviglia e alla curiosità di scoprirne i meccanismi. Non fa lo stesso il bambino quando gioca da solo o coi compagni?

L’aria, l’acqua, la terra, il fuoco … i nostri sensi che li toccano li osservano, li respirano.
Vedere Leo tra le pieghe di un tessuto, scoprirlo mentre si tirano sassi con la fionda alle nuvole, annusarlo giocando con la sabbia, immaginarlo ipno- tizzati dalle volute del fuoco. E in fondo, Il grande Leo pittore sublime e visionario.

Pietro Fenati – Drammatico Vegetale

 
Tecnica utilizzata: 
Teatro corporeo e visivo

DRAMMATICO VEGETALE/RAVENNA TEATRO (Ravenna)

LEO. UNO SGUARDO BAMBINO SUL MONDO
dedicato al genio di Leonardo da Vinci

di Pietro Fenati
con Camilla Lopez, Elena Pelliccioni
musiche originali Matteo Ramon Arevalos
voce Brando Carrella
cura dei movimenti Alessandro Bedosti
cavallo di legno Danilo Maniscalco
luci e suono Alessandro Bonoli
scene virtuali Ezio Antonelli
progetto di Elvira Mascanzoni e Pietro Fenati
regia Pietro Fenati.

 

modulo_prenotazione_i teatrini

scarica tutte le schede_La Scena Sensibile 2019 20

scarica la brochure

 

Mar
15
Dom
CONCERTI IN PALCOSCENICO @ Teatro dei Piccoli
Mar [email protected]:00–12:00
CONCERTI IN PALCOSCENICO @ Teatro dei Piccoli | Napoli | Campania | Italia

da 0 anni
> domenica 15 marzo 2020 ore 11

Dalle ricerche scientifiche del musicologo Edwin E. GORDON ( Music Learning Theory ) sappiamo che è fondamentale ascoltare musica di qualità durante i primi anni di vita e che l’ascolto fatto in età precoce permette di sviluppare l’attitudine musicale e con essa la capacità e il piacere crescente di ascoltare generi musicali diversi.

CONCERTI IN PALCOSCENICO propone nella cornice specialissima di un concerto vissuto ‘  sul palco ’ ascolti variegati tratti dal repertorio classico e jazz per bambini da 0 a 5 anni e per i loro genitori. I musicisti dell’Ensemble SONORA – pianoforte, percussione, strumenti a fiato e ad arco, cantanti con UN PROGRAMMA DIVERSO AD OGNI CONCERTO – circonderanno il pubblico proponendo con i loro brani un insieme di stimoli musicali molto vari e quindi utili allo sviluppo della musicalità dei più piccoli. E forniranno ai ‘grandi’ che li accompagnano (genitori ed insegnanti) l’occasione di imparare brani ed attività da riproporre a casa o a scuola.

Imparare può voler dire immergersi in una situazione dall’interazione con la quale si uscirà diversi. Ed è proprio in questo modo,‘immergendo’ i più piccoli nel suono e nella musica con una modalità di ascolto tutta dedicata alle loro esigenze e possibilità (libertà di movimento, presenza dei loro genitori e/o insegnanti, una seduta ‘informale su cuscini e tappeti, una musica di qualità con tanti brani di breve durata) che riteniamo si possa sviluppare nei bimbi più piccoli la sensibilità e l’amore per la musica. Senza confini di generi, tutta la musica del mondo!

 

T.d.Piccoli_prenotazione OBBLIGATORIA al 331_831.39.93

Mar
16
Lun
CARISSIMO PINOCCHIO @ Teatro dei Piccoli
Mar [email protected]:00–12:00
CARISSIMO PINOCCHIO @ Teatro dei Piccoli | Napoli | Campania | Italia

3/7  anni
> lunedì 16 marzo 2020 ore 10 e 11 

“TI SUONO, TI CANTO E TI RACCONTO … “ piccolo teatro musicale (3-7 anni) con Adria Mortari, Rossella Massari, Massimiliano Foà e i musicisti del Sonora Chamber Ensemble  

Testi ed adattamenti drammaturgici di Adria Mortari |Adattamenti musicali e musiche originali di Antonio Somma |tecnica, luci e fonica Simone De Pasquale

Una nuova tipologia di proposta musical-teatrale rivolta a bimbi dai 3 agli 7 anni per questo anno incentrata su tre celebri favole: IL GATTO CON GLI STIVALI, LA BELLA ADDORMENTATA,  e CARISSIMO PINOCCHIO. Identiche le premesse di portare soprattutto al contatto diretto con la musica eseguita dal vivo e con il canto, ma con la novità di un primo approccio agli elementi essenziali del teatro musicale: la platea in cui si viene accolti come “luogo separato” dal palcoscenico, la magia della parola che narra, le luci ( della sala e del palcoscenico), piccoli elementi scenografici che aiutano la fantasia … E anche qui la possibilità per i più piccoli di ‘partecipare’ alla storia e alla musica con piccole azioni, suoni, interazioni verbali adeguatamente stimolate. Sarà così possibile farli accedere – secondo le loro capacità di ascolto maturate – al grande repertorio dei racconti e delle favole con il veicolo particolare delle bellissime melodie strumentali e vocali che gli saranno proposte ‘a contatto diretto’ dal Sonora Chamber Ensemble.

CARISSIMO PINOCCHIO

“Babbo Geppetto, ma com’è successo tutto questo cambiamento? Io sono divenuto bambino, la nostra capanna è divenuta una bella casetta, tu non sei più ammalato. Io…io non capisco…”

Ecco, vogliamo capire insieme cosa è successo a Pinocchio ? Che succederà ora che è un bambino? E la Fata Turchina dov’è? Scopriamo insieme il resto della storia, sempre accompagnati da musica, canzoni e balli.

Piccolo teatro musicale per i più piccoli
Sonora Chamber Ensemble
50 minuti

richiedi il materiale di approfondimento, foto e video del concerto

Download Modulo di prenotazione

Mar
19
Gio
The strange case of Hotel Morgue in lingua inglese @ Teatro dei Piccoli

The strange case of Hotel Morgue è uno show dal sapore gotico ispirato al genere investigativo-poliziesco che ricorda Sherlock Holmes di Arthur Conan Doyle, Auguste Dupin di Edgar Allan Poe e Hercule Poirot di Agatha Christie. In particolare è I Delitti della Rue Morgue di Edgar Allan Poe, considerato il primo racconto poliziesco della storia della letteratura, ad aver guidato il Play Group in questa nuova produzione.

La compagnia anglosassone THE PLAY GROUP, da oltre 20 anni specializzata nella realizzazione di spettacoli interattivi rivolti alle scuole di ogni ordine e grado, conferma la straordinaria vocazione per la diffusione della cultura inglese attraverso un linguaggio chiaro e accessibile, adattato di replica in replica ai differenti livelli linguistici di pubblico in sala.

Una campagna tranquilla e serena, alla periferia di Parigi, dove però non tutto va bene. La piccola cittadina è sotto shock in seguito ad una serie di terribili omicidi. Pochi e confusi indizi lasciano la polizia nel buio più profondo.

Con una rappresentazione caratterizzata come al solito da grande humour e interazione con il pubblico, in un’atmosfera divertente e divertita, gli studenti saranno portati in uno splendido viaggio di mistero e immaginazione, sfiorando a volte il fantastico, con molti colpi di scena e più di una sorpresa!

teatro d’attore e interazione con il pubblico in lingua inglese
60 minuti
regia Enzo Musicò, con Eddie Roberts, Simon Edmonds, Francesco Di Gennaro; direzione tecnica Gaetano di Maso; costumi Carla Merone; scene De Capoa Brothers; una produzione The Play Group – Casa del Contemporaneo.

prossime date scuola
mercoledì 1, giovedì 2, venerdì 3, mercoledì 15, giovedì 16, venerdì 17 aprile 2020
speciale evento serale venerdì 3 aprile 2020 ore 20:30

info biglietteria e prenotazioni
€8 a studente – gratuito per i docenti accompagnatori
prenotazione obbligatoria a le Nuvole con modulo-prenotazione_spettacolo in lingua straniera_19_20
previo accordo telefonico allo 0812395653 (feriali 9/17) o mail a [email protected]

a conferma della prenotazione, è possibile scaricare i materiali didattici:

Students Worksheets – Hotel Morgue

 

Teachers Material – Hotel Morgue

 

Vocabulary

 

 

 vai al programma leNuvole Young2019_20

 

 

Mar
21
Sab
CARISSIMO PINOCCHIO @ Teatro dei Piccoli
Mar [email protected]:00–12:00
CARISSIMO PINOCCHIO @ Teatro dei Piccoli | Napoli | Campania | Italia

3/7  anni
> sabato 21 marzo 2020 ore 11 

“TI SUONO, TI CANTO E TI RACCONTO … “ piccolo teatro musicale (3-7 anni) con Adria Mortari, Rossella Massari, Massimiliano Foà e i musicisti del Sonora Chamber Ensemble  

Testi ed adattamenti drammaturgici di Adria Mortari |Adattamenti musicali e musiche originali di Antonio Somma |tecnica, luci e fonica Simone De Pasquale

Una nuova tipologia di proposta musical-teatrale rivolta a bimbi dai 3 agli 7 anni per questo anno incentrata su tre celebri favole: IL GATTO CON GLI STIVALI, LA BELLA ADDORMENTATA,  e CARISSIMO PINOCCHIO. Identiche le premesse di portare soprattutto al contatto diretto con la musica eseguita dal vivo e con il canto, ma con la novità di un primo approccio agli elementi essenziali del teatro musicale: la platea in cui si viene accolti come “luogo separato” dal palcoscenico, la magia della parola che narra, le luci ( della sala e del palcoscenico), piccoli elementi scenografici che aiutano la fantasia … E anche qui la possibilità per i più piccoli di ‘partecipare’ alla storia e alla musica con piccole azioni, suoni, interazioni verbali adeguatamente stimolate. Sarà così possibile farli accedere – secondo le loro capacità di ascolto maturate – al grande repertorio dei racconti e delle favole con il veicolo particolare delle bellissime melodie strumentali e vocali che gli saranno proposte ‘a contatto diretto’ dal Sonora Chamber Ensemble.

CARISSIMO PINOCCHIO

“Babbo Geppetto, ma com’è successo tutto questo cambiamento? Io sono divenuto bambino, la nostra capanna è divenuta una bella casetta, tu non sei più ammalato. Io…io non capisco…”

Ecco, vogliamo capire insieme cosa è successo a Pinocchio ? Che succederà ora che è un bambino? E la Fata Turchina dov’è? Scopriamo insieme il resto della storia, sempre accompagnati da musica, canzoni e balli.

Piccolo teatro musicale per i più piccoli
Sonora Chamber Ensemble
50 minuti

richiedi il materiale di approfondimento, foto e video del concerto

Prenotazione obbligatoria al 331_831.39.93

Mar
22
Dom
ALICE NEL PAESE DELLE MERAVIGLIE @ Teatro dei Piccoli
Mar [email protected]:00–12:30
invia un messaggio whatsapp

 >dai 3 anni

domenica 22 marzo 2020, ore 11,00

lunedì 23 marzo 2020, ore 10,00

 

Un titolo che ha ispirato tantissimi registi teatrali e cinematografici, che vi hanno trovato la giusta ispirazione per i loro lavori. Adatto ai più piccoli, ma in grado di convincere anche gli adulti, il testo di Lewis Carrol dal 1865 è uno dei più amati al mondo. In questa nuovissima messinscena, il regista Giulio Settimo ha deciso di basarsi, come spesso accade, anche sul seguito, intitolato “Attraverso lo specchio e quel che Alice vi trovò”, mantenendosi fedele all’originale ma concedendosi anche delle aggiunte. La vicenda è quindi ambientata al giorno d’oggi.

Alice è una bambina di otto anni con la testa tra le nuvole, che a scuola fatica a seguire le lezioni perché la sua fantasia troppo spesso la porta a girovagare per altri luoghi. Nel paese delle meraviglie, appunto, che è un posto in cui incontra tanti buffi personaggi, come il Bruco Buffo o il Cappellaio matto. Questo suo percorso la porta però a conoscere le diverse discipline scolastiche come la matematica, la storia, la geografia, l’inglese e l’italiano, prima di arrivare a confrontarsi con il test più importante, ovvero l’incontro con la famigerata Regina di Cuori, che minaccia di tagliarle la testa, perché non è adeguatamente preparata. Per la prima volta nella sua storia la Contrada produce uno spettacolo di teatro di figura. In questa messinscena infatti il teatro si fonde con il teatro di figura misto e l’animazione a vista. Burattini e muppet animeranno tutta la vita nel paese delle meraviglie, nel quale la stessa Alice arriverà trasformata in un burattino.

     

Tecnica utilizzata: 
Teatro d’attore, Pupazzi e Maschere

LA CONTRADA – TEATRO STABILE DI TRIESTE

ALICE NEL PAESE DELLE MERAVIGLIE
Liberamente tratto dalla fiaba tradizionale

adattamento: Giulio Settimo

con: Enza De Rose, Valentino Pagliei, Francesco Paolo Ferrara
regia: Giulio Settimo

scene: Zorin Dom Karlovac (Croazia)
costumi: Zorin Dom Karlovac (Croazia)
maschere: Giovanni Settimo

 

modulo_prenotazione_i teatrini

scarica tutte le schede_La Scena Sensibile 2019 20

scarica la brochure

 

Mar
23
Lun
ALICE NEL PAESE DELLE MERAVIGLIE @ Teatro dei Piccoli
Mar [email protected]:00–11:30
invia un messaggio whatsapp

 >dai 3 anni

domenica 22 marzo 2020, ore 11,00

lunedì 23 marzo 2020, ore 10,00

 

Un titolo che ha ispirato tantissimi registi teatrali e cinematografici, che vi hanno trovato la giusta ispirazione per i loro lavori. Adatto ai più piccoli, ma in grado di convincere anche gli adulti, il testo di Lewis Carrol dal 1865 è uno dei più amati al mondo. In questa nuovissima messinscena, il regista Giulio Settimo ha deciso di basarsi, come spesso accade, anche sul seguito, intitolato “Attraverso lo specchio e quel che Alice vi trovò”, mantenendosi fedele all’originale ma concedendosi anche delle aggiunte. La vicenda è quindi ambientata al giorno d’oggi.

Alice è una bambina di otto anni con la testa tra le nuvole, che a scuola fatica a seguire le lezioni perché la sua fantasia troppo spesso la porta a girovagare per altri luoghi. Nel paese delle meraviglie, appunto, che è un posto in cui incontra tanti buffi personaggi, come il Bruco Buffo o il Cappellaio matto. Questo suo percorso la porta però a conoscere le diverse discipline scolastiche come la matematica, la storia, la geografia, l’inglese e l’italiano, prima di arrivare a confrontarsi con il test più importante, ovvero l’incontro con la famigerata Regina di Cuori, che minaccia di tagliarle la testa, perché non è adeguatamente preparata. Per la prima volta nella sua storia la Contrada produce uno spettacolo di teatro di figura. In questa messinscena infatti il teatro si fonde con il teatro di figura misto e l’animazione a vista. Burattini e muppet animeranno tutta la vita nel paese delle meraviglie, nel quale la stessa Alice arriverà trasformata in un burattino.

     

Tecnica utilizzata: 
Teatro d’attore, Pupazzi e Maschere

LA CONTRADA – TEATRO STABILE DI TRIESTE

ALICE NEL PAESE DELLE MERAVIGLIE
Liberamente tratto dalla fiaba tradizionale

adattamento: Giulio Settimo

con: Enza De Rose, Valentino Pagliei, Francesco Paolo Ferrara
regia: Giulio Settimo

scene: Zorin Dom Karlovac (Croazia)
costumi: Zorin Dom Karlovac (Croazia)
maschere: Giovanni Settimo

 

modulo_prenotazione_i teatrini

scarica tutte le schede_La Scena Sensibile 2019 20

scarica la brochure

 

Apr
1
Mer
The strange case of Hotel Morgue in lingua inglese @ Teatro dei Piccoli

The strange case of Hotel Morgue è uno show dal sapore gotico ispirato al genere investigativo-poliziesco che ricorda Sherlock Holmes di Arthur Conan Doyle, Auguste Dupin di Edgar Allan Poe e Hercule Poirot di Agatha Christie. In particolare è I Delitti della Rue Morgue di Edgar Allan Poe, considerato il primo racconto poliziesco della storia della letteratura, ad aver guidato il Play Group in questa nuova produzione.

La compagnia anglosassone THE PLAY GROUP, da oltre 20 anni specializzata nella realizzazione di spettacoli interattivi rivolti alle scuole di ogni ordine e grado, conferma la straordinaria vocazione per la diffusione della cultura inglese attraverso un linguaggio chiaro e accessibile, adattato di replica in replica ai differenti livelli linguistici di pubblico in sala.

Una campagna tranquilla e serena, alla periferia di Parigi, dove però non tutto va bene. La piccola cittadina è sotto shock in seguito ad una serie di terribili omicidi. Pochi e confusi indizi lasciano la polizia nel buio più profondo.

Con una rappresentazione caratterizzata come al solito da grande humour e interazione con il pubblico, in un’atmosfera divertente e divertita, gli studenti saranno portati in uno splendido viaggio di mistero e immaginazione, sfiorando a volte il fantastico, con molti colpi di scena e più di una sorpresa!

teatro d’attore e interazione con il pubblico in lingua inglese
60 minuti
regia Enzo Musicò, con Eddie Roberts, Simon Edmonds, Francesco Di Gennaro; direzione tecnica Gaetano di Maso; costumi Carla Merone; scene De Capoa Brothers; una produzione The Play Group – Casa del Contemporaneo.

prossime date scuola
mercoledì 15, giovedì 16, venerdì 17 aprile 2020
speciale evento serale venerdì 3 aprile 2020 ore 20:30

info biglietteria e prenotazioni
€8 a studente – gratuito per i docenti accompagnatori
prenotazione obbligatoria a le Nuvole con modulo-prenotazione_spettacolo in lingua straniera_19_20
previo accordo telefonico allo 0812395653 (feriali 9/17) o mail a [email protected]

a conferma della prenotazione, è possibile scaricare i materiali didattici:

Students Worksheets – Hotel Morgue

 

Teachers Material – Hotel Morgue

 

Vocabulary

 

 

 vai al programma leNuvole Young2019_20