IL MANIFESTO DEI BURATTINI Carnevale al Teatro dei Piccoli

Quando:
10 febbraio [email protected]:00–11 febbraio [email protected]:00
2018-02-10T11:00:00+01:00
2018-02-11T13:00:00+01:00
Dove:
Teatro dei Piccoli
Via A. Usodimare
80125 Napoli
Italia
Costo:
€ 7,00 per recite scolastiche - € 8,00 sabato e festivi
Contatto:
I Teatrini
081 0330619 (feriali 9.30/17.00)

3>8 anni > LO SPETTACOLO DI CARNEVALE

sabato 10 e domenica 11 febbraio, ore 11,00

Lo spettacolo vuole ripercorrere, dalle origini ai giorni nostri, le differenti fasi del teatro di figura o d’animazione, attraverso tematiche culturali differenti del nostro secolo, dedicato al maestro di Vittorio Zanella, Otello Sarzi Madidini. 

Burattini a guanto e a casco, marionette a vista, oggetti animati e ombre cinesi sono i protagonisti de Il manifesto dei burattini.

Una serie di numeri a carattere didattico, rivolti prevalentemente ai bambini con un’interessante esplorazione delle numerosissime tecniche di animazione: fra gli altri anche un pezzo tradizionale con Pantalone dè Bisognosi e il suo servo Arlecchino. I due animatori, Vittorio Zanella e Rita Pasqualini, entrano ed escono dalla baracca durante l’intero spettacolo, illustrando e spiegando al pubblico le tecniche adoperate. C’è da ridere, ma anche da riflettere, come nello sketch delle scarpe e del pallone.

Un bimbo, simboleggiato da un paio di scarpe da tennis, rompe un vetro con un calcio al pallone. Il padre reagisce gettandogli dalla finestra un secchio d’acqua. Le scarpette da tennis continuano però imperterrite a giocare e finiscono col rompere un altro vetro. Questa volta dalla casa escono fuori dei grossi scarponi che prendono a calci il colpevole. I toni acuti di un violino, il pianto del bimbo per la violenza subita e non compresa, concludono il breve ed efficace spettacolino, rivolto, questa volta, agli adulti presenti. Le mani di Vittorio Zanella tornano da protagoniste nel numero del carcerato, dove si contorcono con grande destrezza tra le sbarre di una prigione. Dopo le ombre cinesi e la danza dei folletti di Knockgrafton, lo spettacolo si conclude con il numero dell’operaio alla catena di montaggio: il gesto ripetitivo si trasforma rapidamente in una drammatica danza, mentre Vittorio Zanella, uscito dal “castelletto” col suo enorme pupazzo, avanza verso il pubblico.

Tecnica utilizzata: 

burattini a guaina, marionette a fili, marionette a bastone, pupazzi, ombre cinesi, mimo, oggetti animati, uso delle mani.

 

TEATRINO DELL’ES (Budrio)

IL MANIFESTO DEI BURATTINI

Testo, regia, burattini, marionette ed ombre di Vittorio Zanella

 

modulo_prenotazione_i teatrini

scarica tutte le schede_La Scena Sensibile 2017 18

scarica la brochure

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *